Sei in Italiamondo

L'ex moglie di Cipollini: 'Mi puntò la pistola alla testa'

La Donna ha  deposto al processo contro  il campione  di ciclismo accusato stalking 

10 ottobre 2019, 15:22

L'ex moglie  di Cipollini: 'Mi puntò la  pistola alla testa'

«Mi ha puntato una pistola carica alla testa». Questa la testimonianza fatta ieri in aula in tribunale a Lucca da Sabrina Landucci, ex moglie di Mario Cipollini, al processo che vede il campione di ciclismo accusato di stalking, maltrattamenti, e lesioni verso la donna e anche per minacce al suo nuovo compagno, Silvio Giusti.

La deposizione della donna, riportata oggi da alcuni quotidiani, si è protratta per circa tre ore. L’episodio della pistola risalirebbe a prima del 2012, quando era ancora sposata a Cipollini: secondo quanto raccontato da Landucci, tutto sarebbe avvenuto al termine di un’accesa discussione. Non ne avrebbe parlato prima di ieri perchè «me ne sono sempre vergognata».  Il processo a Cipollini, assente ieri in aula, riprenderà il 4 dicembre.