Sei in Italiamondo

il caso

Salvini: 'Mi è arrivato un altro proiettile. Non piango"

09 novembre 2019, 16:49

Salvini: 'Mi è arrivato un altro proiettile. Non piango

 "A me è appena arrivato un altro proiettile. Non piango. In un paese civile non dovremmo rischiare ne io ne la Segre". Così, a margine della sua visita ad Eicma, il leader della Lega Matteo Salvini ha risposto a chi gli chiedeva se rischiasse più lui o la senatrice a vita Liliana Segre. Il numero uno del Carroccio ha inoltre negato di aver avuto un incontro ieri con la sopravvissuta ai campi di concentramento di Auschwitz è testimone oculare dell’Olocausto. "L'incontro con la Segre l’avrò più avanti - ha detto -. Gli incontri che ho li comunico, gli incontri che non comunico io, per quanto mi riguarda, non ci sono". Salvini ha infine confermato che intende incontrate la Segre al più presto: "Io la ascolterò, è una donna estremamente intelligente. Sono giovane ho voglia di capire, di imparare e di ascoltare. Farà le sue scelte a prescindere da quello che suggerisce Salvini. Ritengo che sia una donna estremamente l’intelligente quindi non ha assolutamente bisogno dei miei consigli".  

© RIPRODUZIONE RISERVATA