Sei in Italiamondo

torino

Prestavano denaro a un tasso del 300%, fermati due usurai nel Torinese 

14 gennaio 2020, 08:36

Prestavano denaro a un tasso del 300%, fermati due usurai nel Torinese 

 Due usurai sono stati arrestati dalla guardia di finanza questa mattina a Caluso. Si tratta di un disoccupato e della convivente, operatrice di una casa di riposo di Brandizzo. Il primo è stato portato in carcere. Per la donna, invece, è stato disposto il divieto di avvicinarsi alle vittime. 
Le indagini sono state avviate nel 2017 dopo la segnalazione di operazioni sospette in merito alle normative antiriciclaggio, che permetteva fin da subito di individuare alcune vittime della coppia, tutte residenti in Canavese. Le vittime erano pensionati che non riuscivano a pagare l’affitto mensile, piccoli imprenditori in difficoltà, familiari di soggetti in precarie condizioni economiche, che avevano richiesto alla coppia prestiti nell’ordine di poche migliaia di euro. 
Ricevuto il denaro, le vittime si sono trovate costrette a dover restituire somme ingenti, con tassi anche del 300% annuo. I prestiti venivano effettuati in contanti e il denaro veniva scambiato a domicilio, fuori da esercizi pubblici e anche nei pressi di caselli dell’autostrada A4 Torino-Milano. Oltre che a Caluso, la coppia operava a Chivasso, Borgaro Torinese, Mazzè, Val della Torre, Verolengo, Vinovo e Rondissone. 
Sono stati sequestrati migliaia di euro in contanti, assegni e cambiali, alcuni nascosti in un doppiofondo della cucina nella casa dei due. E’ stato disposto il sequestro dell’intero patrimonio della coppia, costituito da cinque immobili ubicati a Caluso e Carini (Palermo), conti correnti e di deposito, per un valore di oltre 300.000 euro. Al vaglio della procura di Ivrea la posizione di alcuni complici. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA