Sei in Italiamondo

Libano: centesimo giorno di proteste

25 gennaio 2020, 19:21

Libano: centesimo giorno di proteste
(ANSA) - BEIRUT, 25 GEN - Diverse centinaia di persone sono scese in piazza a Beirut contro il nuovo governo del Libano, nel centesimo giorno della protesta contro la corruzione e il malgoverno. Accomunati dallo slogan "Nessuna fiducia!", diversi cortei hanno marciato, convergendo sul centro della capitale. I manifestanti, che dal 17 ottobre scorso protestano chiedendo un completo ricambio della classe dirigente, accusata di corruzione e incompetenza, e la formazione di un governo di tecnici, non affiliato ai partiti che dominano in Libano dalla fine della guerra civile, nel 1990. Il governo da poco formato, secondo loro è un'emanazione di quei partiti. Secondo i manifestanti, il governo di Hassan Diab, nato dopo 100 giorni di incertezza, durante i quali la crisi economica è cresciuta, migliaia di persone hanno perso il lavoro e il Paese si è impoverito, non è quanto "chiesto dal popolo", seppure nominalmente formato da tecnici e accademici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA