Sei in Italiamondo

Phoenix ai Bafta, c'è razzismo sistemico

03 febbraio 2020, 01:45

Phoenix ai Bafta, c'è razzismo sistemico
(ANSA) - LONDRA, 3 FEB - "Penso che inviamo un messaggio molto chiaro alle persone di colore: non sei il benvenuto qui". Joaquin Phoenix non ha usato giri di parole nel suo discorso di ringraziamento per la vittoria come migliore attore ai Bafta. Dopo le polemiche e le accuse di razzismo giunte nei confronti degli 'Oscar britannici' per la nomination quasi esclusivamente di attori bianchi, l'interprete di Joker ha accusato l'industria del cinema di "razzismo sistemico" e "oppressione", senza sconti, neppure per se stesso. "E' per me un onore e un privilegio essere qui, ma sono combattuto perché molti dei miei colleghi che lo meritano non hanno il privilegio di esserci", ha proseguito. "Penso che le persone vogliano solo essere riconosciute, apprezzate e rispettate per il loro lavoro". E ha aggiunto di non provare "vergogna" nel dirsi "parte del problema". Poi ha concluso: "Dobbiamo fare un duro lavoro per comprendere veramente il razzismo sistemico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA