Sei in Italiamondo

CORONAVIRUS

Coronavirus, un italiano positivo sulla Diamond Princess. A Pechino salta il salone dell'auto

18 febbraio 2020, 12:39

Coronavirus, un italiano positivo sulla Diamond Princess. A Pechino salta il salone dell'auto

Uno dei 35 italiani che sono a bordo della Diamond Princess è risultato positivo al test del Coronavirus. Lo si apprende dalla Protezione Civile.

La positività del passeggero, sottolinea il Dipartimento, è emersa al termine degli esami sanitari che sono stati effettuati a bordo della nave. 
Continuano, intanto, le attività per far rientrare gli altri italiani a bordo della Diamond Princess, una quindicina di membri di equipaggio e una decina di passeggeri. Anche oggi il Comitato operativo della Protezione Civile si è riunito presieduto dal Commissario Angelo Borrelli, in stretto contatto con i ministeri degli Esteri, della Salute e della Difesa, con l'obiettivo di assicurare il tempestivo rientro di tutti i nostri connazionali, ovviamente garantendo tutte le procedure di sicurezza necessarie

 C'erano intanto anche tre italiani e due italo-brasiliani tra gli oltre 1.200 passeggeri a bordo della nave da crociera americana Westerdam sbarcati nei giorni scorsi nel porto cambogiano di Sihanoukville senza controlli particolari o alcuna forma di quarantena. La notizia, anticipata da Repubblica.it, è stata confermata all’ANSA da fonti informate. A bordo della nave c'era almeno una persona, una 83enne americana, positiva al coronavirus. I tre italiani potrebbero già essere rientrati in Italia mentre i due italo-brasiliani in Brasile. Verifiche sono in corso.

 Le condizioni della coppia di cittadini cinesi ricoverata nella terapia intensiva dello Spallanzani «continuano il progressivo e costante miglioramento, in particolar modo il maschio». E’ quanto emerge dal nuovo bollettino medico dell’istituto Spallanzani di Roma. La coppia comunque non è stata ancora dichiarata fuori pericolo.

Anche il Beijing auto show, il più grande evento dell’anno per il settore dell’automotive, è stato rinviato a causa dell’epidemia del coronavirus: 'Auto China 2020', in programma originariamente dal 21 al 30 aprile, è stato rinviato a data da destinarsi, hanno riferito gli organizzatori. L'evento, che si tiene ad anni alternati tra Shanghai e Pechino, era particolarmente atteso negli sforzi per rilanciare un comparto in forte difficoltà sul fronte delle vendite, malgrado la Cina sia da anni il primo mercato al mondo.