Sei in Italiamondo

Scarti alimentari in mangimi, 4 indagati

19 febbraio 2020, 13:11

Scarti alimentari in mangimi, 4 indagati
(ANSA) - BOLOGNA, 19 FEB - Otto tonnellate di materie prime per mangimi non conformi perché scadute e senza le autorizzazioni, due autocarri privi del permesso al trasporto di rifiuti e varia documentazione contabile e informatica. È quanto è stato sequestrato dai carabinieri forestali di Reggio Emilia, in collaborazione con altri reparti del Nod, durante perquisizioni che hanno riguardato 17 aziende, tra cui alcune multinazionali e aziende leader di settore, nelle province di Reggio Emilia, Milano, Brescia, Trieste, Udine, Venezia, Treviso, Torino, Cremona e Mantova, per gestione illecita di rifiuti alimentari. In particolare gli scarti derivanti da industrie dolciarie e della panificazione del Nord Italia sarebbero stati ritirati fraudolentemente da tre aziende reggiane e poi reimmessi illecitamente, tramite articolati raggiri documentali, nel mercato della zootecnia, per la produzione di mangimi e nelle centrali a biogas per la produzione di energia rinnovabile. Quattro gli indagati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA