Sei in Italiamondo

emergenza

Coronavirus, a Cremona si cercano medici per l'emergenza. Chiuso il Louvre a Parigi. American Airlines blocca i voli per Milano fino al 24 aprile

01 marzo 2020, 09:14

Coronavirus, a Cremona si cercano medici per l'emergenza. Chiuso il Louvre a Parigi. American Airlines blocca i voli per Milano fino al 24 aprile

Sono 1.577 le persone che ad oggi risultano positive al Coronavirus. A queste si aggiungono 34 persone decedute - dunque cinque nell’ultimo giorno - e 83 guariti in tutta Italia. "Ci sono 5 decessi con un totale di 34. La dipendenza della morte dal virus non è ancora stata accertata per nessuno dei 34 casi perchè vengono fatte delle verifiche da parte dell’Iss". Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza sono stati dunque 1.694 i contagiati. E’ il bilancio fornito dal capo della Protezione civile, Angelo Borrelli.  Un dato positivo è l’incremento dei guariti di 33 unità». Ha poi detto Borrelli.  Sono 639 i ricoverati con sintomi per il coronavirus e 140 quelli in terapia intensiva (di cui 106 in Lombardia), circa il 9% sul totale delle persone positive al virus. «I tamponi sono oltre 20mila, esattamente 21.127».

Iss: "L'infezione circolava già a metà gennaio"

I primi casi ricostruiti retrospettivamente risalgono all’inizio del mese di febbraio, ma l'infezione probabilmente già circolava nella seconda metà del mese di gennaio. Su questo stiamo facendo verifiche per fare ricostruzioni retrospettive oltre alle proiezioni». Lo ha detto Giovanni Rezza dell’Istituto Superiore di Sanità, in conferenza stampa per fare il punto sull'emergenza coronavirus. 

Decreto legge, stop a ordinanze "autonome" dei sindaci 

Sono «inefficaci» tutte le ordinanze dei sindaci i materia di Coronavirus in contrasto con le misure prese dal governo. Lo prevede una norma nell’ultima bozza del decreto legge approvato venerdì. Per fermare iniziative fuori asse, si prevede che dopo «l'adozione delle misure statali di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 non possono essere adottate e sono inefficaci - recita la norma - le ordinanze sindacali contingibili e urgenti dirette a fronteggiare l’emergenza in contrasto con le misure statali». 
 

Scuole chiuse fino all'8 marzo nelle zone più a rischio

Prorogata fino all’8 marzo la chiusura delle scuole solo nelle Regioni con zone rosse: Lombardia, Veneto e Emilia-Romagna. In Piemonte si riapre mercoledì, in Liguria classi vuote solo a Savona, ritorno all’attività anche in Friuli Venezia Giulia e Marche. Oggi sarà adottato il nuovo decreto del presidente del Consiglio: via le 'zone gialle' e singole città equiparate allo status delle tre Regioni più colpite, con le stesse restrizioni. Oltre Savona, anche Pesaro-Urbino. 

Contagiati Luis Sepulveda e la moglie

Luis Sepulveda e la moglie Carmen Yanez sono risultati positivi al test del coronavirus. Lo scrittore cileno, residente in Spagna, e la moglie hanno presentato i primi sintomi due giorni dopo il rientro da un festival letterario a Povoa de Varzim, in Portogallo. Il contagio è stato confermato ieri dalle autorità sanitarie delle Asturie, che con Sepulveda adesso registrano il loro primo caso di coronavirus. Lo

Delta sospende i voli per Milano fino al primo maggio 

Delta Airline ha annunciato che sospende tutti i voli per Milano sino al primo maggio per l'epidemia di coronavirus. Proseguiranno invece i collegamenti con Roma. La mossa segue quella analoga di American Airlines.riferisce Pubblico. 

Riad vieta l'ingresso anche a chi arriva dall'Italia

L’Arabia Saudita ha vietato l’ingresso per i passeggeri con visto turistico da Paesi con casi confermati di coronavirus, inclusa l’Italia. Lo si legge sul sito Viaggiare Sicuri della Farnesina. Risultano anche nuove restrizioni in Qatar, dove i passeggeri dall’Italia con sintomi saranno trasferiti in ospedale per accertamenti. In Bangladesh i viaggiatori dall’Italia saranno sottoposti a quarantena domiciliare obbligatoria. Stessa misura in Vietnam. L’Uzbekistan ha infine sospeso il traffico aereo con l’Italia.

Cremona, la situazione resta complessa

La situazione resta complessa ma stabile rispetto a ieri nell’ospedale di Cremona, alle prese con sovrabbondanza di contagiati da coronavirus rispetto ai posti letto e alla forza lavoro nei reparti. Al bando per la ricerca urgente di infermieri per fronteggiare l’emergenza, in un solo giorno hanno risposto candidandosi circa trenta persone. «Grazie agli infermieri che stanno rispondendo al nostro appello», ha scritto sulla propria pagina Facebook l’Asst di Cremona, che in mattinata ha pubblicato un nuovo avviso pubblico «per la formazione di un elenco di medici disponibili ad essere impiegati a solvere attività assistenziale nell’ambito dell’Ospedale di Cremona». 
Si tratta di incarichi di natura occasionale e temporanea (con compenso orario onnicomprensivo di 50 euro), con durata e impegno orario che, si legge nel bando, «verranno concordati tra l'azienda e il professionista a seconda della disponibilità manifestata e del perdurare della necessità assistenziale». 

Il governo al lavoro per gestire l'impatto negativo sull'economia

Il governo lavora per mitigare l’impatto negativo sull'economia dell’emergenza coronavirus, il Paese va sbloccato e serve una terapia d’urto. E’ in arrivo un secondo decreto per settori e imprese, ma serve l’autorizzazione del Parlamento per ampliare il deficit. E si chiederà di poterlo fare in accordo con le autorità europee. Lo annuncia il premier Giuseppe Conte dal Fatto quotidiano, e dalla Repubblica gli fa eco il ministro dell’Economia Gualtieri, che entrando nel dettaglio spiega che la fase due prevede un pacchetto da 3,6 miliardi, pari allo 0,2% del Pil, con interventi che saranno concordati nei prossimi giorni con parti sociali, associazioni ed enti locali. Il decreto relativo sarà varato entro venerdì: 'Non ho ragione di temere che Bruxelles possa contestare la nostra richiest

Tremila morti nel mondo

Quasi tremila i morti, invece, nel mondo per il virus partito da Wuhan. Prima vittima negli Stati Uniti, che innalzano al massimo livello l’allerta per i viaggi nelle zone rosse d’Italia. American Airlines blocca i voli per Milano fino al 24 aprile, e rimane a terra un gruppo di italiani, che rientrerà domani. Cresce l’allarme in Europa. Cento i casi in Francia, annullata a Parigi la mezza maratona, rinviata a giugno la maxi-fiera dell’immobiliare di Cannes. A Bonn, Germania, 185 bambini di una scuola elementare in quarantena dopo che una dipendente dell’istituto è risultata positiva al test. 

La Turkish Airline ha cancellato i voli per l'Italia

La Turkish Airlines ha annunciato oggi di aver temporaneamente cancellato tutti i voli per l’Italia a causa dell’epidemia di coronavirus. In un comunicato, la compagnia di bandiera ha dichiarato che il divieto di volo avrebbe avuto effetto immediato. La decisione è giunta dopo la direttiva del centro per il controllo e la prevenzione delle malattie di Atlanta, Usa, che raccomanda ai viaggiatori di evitare qualsiasi viaggio non necessario in Italia.

Chiuso il Louvre

Porte chiuse al museo del Louvre, da questa mattina, dove è in corso una  riunione dei dipendenti  «in seguito alle istruzioni ministeriali trasmesse dalle autorità» per valutare i rischi e chiedere garanzie alla direzione e al medico del lavoro. Tanti turisti per ore sono rimasti in piedi, sotto la pioggia, davanti agli ingressi. i visitatori che avevano acquistato in anticipo i biglietti per oggi saranno rimborsati.  Dopo la chiusura di oggi per i timori del personale sulla diffusione del coronavirus, la direzione del Louvre ha annunciato in un comunicato che domani si terrà una riunione straordinaria del Comitato di igiene, sicurezza e condizioni del lavoro (Chsct), senza precisare se il Louvre riaprirà o meno. La direzione del Museo del Louvre si rammarica che «nonostante la riunione di oggi con il personale e il medico per la prevenzione, il museo non abbia potuto aprire i battenti» e contesta le motivazione dei dipendenti. 
Il museo, si legge in un comunicato pervenuto all’ANSA, «applica le misure prescritte dalle autorità per proteggere il personale e i visitatori dopo il passaggio al livello 2 della situazione». In particolare, il fatto che «l'obbligo di quarantena delle persone che rientrano dalle zone in cui circola il virus non è più in vigore» e il divieto di assembramento di oltre 5.000 persone in ambienti chiusi. 
Quanto al «droit de retrait» dei lavoratori in caso di percezione di un pericolo sul posto di lavoro ("diritto di allontanarsi dal posto di lavoro» nella giurisprudenza italiana, ndr), «è imperativamente necessario motivarne l’oggetto» e «deve riferirsi soltanto a una situazione particolare di lavoro e non a una situazione generale di pandemia influenzale».

Chiuse le piscine a Lourdes

Il santuario mariano di Lourdes, sui Pirenei francesi, ha chiuso le piscine «per precauzione» e «fino a nuovo ordine». Lo comunica lo stesso santuario precisando che la stagione dei pellegrinaggi di gruppo, che comincerà il 5 aprile, domenica delle Palme, non verrà comunque compromessa. «Il Servizio di prevenzione-sicurezza del Santuario ha una procedura per qualsiasi intervento di assistenza a chiunque presenti sintomi di Coronavirus», informa il sito cattolico specificando di avere a diposizione anche l’"equipaggiamento protettivo». 
Le piscine a Lourdes sono delle vasche dove i malati, ma anche i pellegrini sani, si bagnano per rinnovare il ricordo del loro battesimo.

«Al momento ci sono 85 pazienti ricoverati in rianimazione in Lombardia». Lo ha detto a Sky Tg24 l'assessore all’Istruzione, formazione e lavoro della Regione Lombardia, Melania Rizzoli. 

Coronavirus: scontri a La Reunion intorno a nave da crociera, non vogliono far sbarcare i turisti

Nell’isola di Reunion, nell’Oceano Indiano, questa mattina si sono verificati scontri tra la polizia e un gruppo di manifestanti che si rifiutavano di far sbarcare i turisti in viaggio su una nave da crociera, per paura di una possibile presenza a bordo del nuovo coronavirus. 
La nave, Sun Princess, della compagnia di crociera Princess Cruises e battente bandiera britannica, proveniente dal Sudafrica, ha attraccato con i suoi 2.000 passeggeri nel porto est (ovest di Reunion) questa mattina. 
Sin dal mattino presto, una trentina di persone si erano radunate davanti ai cancelli del porto, chiedendo «maggiore sicurezza sanitaria per prevenire la diffusione del coronavirus». Gli scontri sono poi scoppiati a metà mattinata, quando i manifestanti si sono opposti all’uscita del porto di una cinquantina di turisti. Più di 300 passeggeri avevano già avuto il tempo di partire in taxi o in autobus per varie escursioni sull'isola. La polizia è quindi intervenuta, mentre i manifestanti hanno reagito col lancio di sassi e bottiglie contro gli agenti, che a loro volta hanno fatto ricorso ai gas lacrimogeni. 
Il 13 febbraio, la Sun Princess è stata respinta dal Madagascar, perchè non erano trascorsi 14 giorni dalla sua precedente sosta, in Thailandia, uno dei paesi dell’Asia colpiti da Covid-19. La nave ha quindi fatto una sosta in Sudafrica prima di dirigersi verso La Reunion, da dove salperà stasera per Mauritius.