Sei in Italiamondo

Minore muore a Napoli:dg Asl, Ps devastato è fatto gravissimo

01 marzo 2020, 15:50

«La notte scorsa, dopo il decesso di un minorenne arrivato in pronto soccorso con ferita da arma da fuoco, il Pronto soccorso del presidio ospedaliero dei Pellegrini è stato devastato dai familiari e amici del ragazzo. Un fatto gravissimo per il quale esprimo solidarietà a tutti i nostri dipendenti che ancora una volta sono stati vittime di insulti e minacce, e ancora una volta hanno continuato, nonostante tutto, a prestare assistenza ai pazienti». Così il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, il quale durante il sopralluogo nell’ospedale del centro antico ha constatato «gli ingenti danni ad arredi e attrezzature» e «l'assenza di condizioni igienico-sanitarie» determinata da quanto accaduto. 
«Sono stato costretto - dice Verdoliva - a chiudere il Pronto Soccorso. Quanto è accaduto ha di fatto creato condizioni che impediscono lo svolgimento delle attività assistenziali di emergenza in condizioni di sicurezza, sia per i pazienti che per gli operatori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA