Sei in Italiamondo

CORONAVIRUS

Stop aerei per la Spagna, la Roma non va a Siviglia. Non gioca nemmeno l'Inter. Le ripercussioni del virus in tutta Europa

11 marzo 2020, 15:34

Stop aerei per la Spagna, la Roma non va a Siviglia.  Non gioca nemmeno l'Inter. Le ripercussioni del virus in tutta Europa

«A seguito delle restrizioni di viaggio imposte ieri dalle autorità spagnole tra la Spagna e l'Italia, le partite Siviglia-Roma e Inter-Getafe di Europa League non si svolgeranno come previsto domani, 12 marzo 2020. Ulteriori decisioni sulle due partite saranno comunicate a tempo debito». Lo ha comunicato la Uefa sul proprio sito ufficiale. La Roma domani avrebbe dovuto giocare in Europa League  ma  non volerà in Spagna. Ad annunciarlo è il club giallorosso via Twitter spiegando che lo stop è arrivato «dopo che l’aereo dall’Italia non è stato autorizzato ad atterrare in Spagna da parte delle autorità locali. Maggiori dettagli saranno diffusi presto dalla Uefa». Non si giocherà nemmeno Inter-Getafe dopo il rifiuto del team spagnolo di andare a Milano.Lo ha annunciato a una radio spagnola Onda Cero il presidente del club Angel Torres, preoccupato per l'emergenza coronavirus. Torres ha chiesto all’Uefa un’alternativa per non giocare a Milano o una sospensione del match, valido per gli ottavi di finale di Europa league. Il capo del club madrileno è stato categorico «i miei giocatori non andranno a Milano, nemmeno per giocare a porte chiuse. Se dobbiamo perdere la partita a tavolino, lo faremo». 

Anche il Portogallo sospende il traffico aereo con Italia  - Le autorità del Portogallo hanno annunciato la sospensione del traffico aereo con l’Italia a partire dalle 23.59 del 10 marzo, per un periodo di 14 giorni. Lo rende noto il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina.

Alitalia: pesante calo dei passeggeri, nuova cassa integrazione - L’impatto del coronavirus sul trasporto aereo sta determinando per Alitalia «già dalla fine del mese scorso una pesante riduzione del numero dei passeggeri trasportati ed il trend delle cancellazioni indica chiaramente che il fenomeno si protrarrà per i prossimi mesi». Per questo la compagnia, si legge in una comunicazione ai sindacati, ha deciso di estendere «con effetto immediato l’applicazione della cigs" in vigore fino al 23 marzo, ampliando le quantità (attualmente 1.020 dipendenti) di altre 400 unità.

La Merkel: a rischio contagio coronavirus il  70% dei tedeschi - «Gli esperti dicono che potrà infettarsi fino al 70% della popolazione». E’ quello che ha ribadito oggi a Berlino in conferenza stampa Angela Merkel, sottolineando che la vera sfida sarà «guadagnare tempo». La Merkel ha anche insistito sulla circostanza che il virus non sia ancora ben conosciuto e che al momento non c'è un vaccino.

I contagi in Gran Bretagna  s'impennano - Nuova impennata di contagi da coronavirus nel Regno Unito, che pure resta al momento ultimo per numero di casi fra i maggiori Paesi europei: secondo l'aggiornamento del ministero della Sanità, il totale censito a stamane è salito a 456, con un nuovo picco di 74 persone infettate in più rispetto ai 382 indicati ieri sera, 83 in più rispetto alla mattina. Il totale dei morti accertati resta fermo a 6, mentre i test fatti sono ora 27.476: 1200 in più in 24 ore, ma lontano da 10.000 al giorno ipotizzati dai media.

Londra stanzia risorse extra nel budget - Il governo britannico mette sul piatto risorse extra nella manovra di bilancio illustrata oggi in Parlamento dal cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak, per affrontare l’emergenza coronavirus. La questione è stata citata in apertura da Sunak, che ha ammesso come la gente sia sempre più «preoccupata», ma ha difeso la risposta graduale del governo Johnson come «tempestiva e mirata», concepita per avere «il massimo impatto» al momento giusto. Ha inoltre previsto effetti «significativi, ma temporanei» sull'economia del Regno.

 Brussels Airlines ferma tutti i voli da e per l'Italia - Brussels Airlines sospende tutti i suoi voli da e per l’Italia tra il 12 marzo e il 3 aprile. Lo riferisce una nota della compagnia precisando che «a seguito dell’annuncio del governo italiano di attuare ulteriori restrizioni di quarantena per contenere l’ulteriore diffusione dell’epidemia di Coronavirus e a causa delle restrizioni del governo nazionale, Brussels Airlines è costretta a cancellare i suoi voli rimanenti da e per l’Italia tra il 12 marzo e il 3 aprile».

Un caso a Hannover,primo calciatore prof positivo. Test per tutta la squadra  - Primo calciatore professionista positivo al coronavirus: è il difensore dell’Hannover Timo Hubers. Lo ha annunciato lo stesso club tedesco specificando che Hubers è ora in isolamento domiciliare. Nella nota il club fa sapere che il resto della squadra, compreso tecnici e personale è stata sottoposta al test. Il difensore potrebbe essere stato infettato durante un evento a Hildesheim sabato scorso ma non ha avuto contatti con i suoi compagni di squadra dal momento dell’infezione.