Sei in Italiamondo

Da Brescia in Puglia in furgone, poi entrano in città a piedi: operai denunciati

24 marzo 2020, 15:23

Da Brescia in Puglia in furgone, poi entrano in città a piedi: operai denunciati

 Sette operai di Molfetta e Terlizzi residenti a Brescia sono tornati a casa in Puglia, in violazione del decreto del Governo che vieta gli spostamenti tra città, lasciando il mezzo al casello autostradale e poi dirigendosi in città a piedi. Ad immortalare la marcia dei primi due sono state le telecamere comunali, costantemente monitorate dalla Polizia locale. E' scattata quindi la segnalazione ai carabinieri che hanno identificato anche gli altri cinque e per tutti è scattata la denuncia. I sette, a bordo di un furgoncino a noleggio, sono partiti da Brescia dopo che le loro aziende hanno chiuso per le norme di contenimento del coronavirus. Hanno attraversato l'Italia lasciando il mezzo nelle vicinanze del casello autostradale di Molfetta sull'A14. Poi, hanno tentato il rientro a casa a piedi. Alcune delle 160 telecamere comunali li hanno ripresi mentre, con borsoni e trolley e mascherine sul volto, percorrevano i pochi chilometri dal casello alla città lungo la provinciale Molfetta-Terlizzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA