Sei in Italiamondo

CORONAVIRUS

Conte: 'In arrivo decreto per anticipare gli aiuti alle imprese'. Speranza: 'Proroga al 13 aprile di tutte le misure d'emergenza'. Passeggiata genitori-figli, è polemica

01 aprile 2020, 08:45

Conte: 'In arrivo decreto per anticipare gli aiuti alle imprese'. Speranza: 'Proroga al 13 aprile di tutte le misure d'emergenza'. Passeggiata genitori-figli, è polemica

 Inps, arrivati 1,4 mln richieste cig 

L’Inps ha ricevuto già richieste di cassa integrazione per 1,4 milioni di lavoratori a causa dell’emergenza coronavirus. Lo ha detto il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico intervistato da Rainews24. Tridico ha spiegato che per 1,2 milioni di lavoratori il pagamento è a conguaglio quindi hanno ricevuto già il trattamento dalle loro aziende. Per altri 200.000 lavoratori il pagamento sarà diretto.

Stop agli allenamenti dei professionisti

Sono sospesi gli allenamenti anche per le società sportive e gli atleti professionisti. E’ la novità che compare nel dpcm con cui il governo prorogherà fino al 13 aprile le misure anti contagio da Coronavirus. Nella bozza del testo, suscettibile di modifiche, si legge che non solo sono «sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati» ma anche «le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non, all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo».

Bimbo nasce da mamma positiva: lo può allattare

«Il bambino, negativo al test per rilevare il Covid-19, sta bene. La mamma, positiva ma con sintomi molto modesti, ha già iniziato ad allattarlo al seno prendendo le adeguate precauzioni, indossando la mascherina e lavando accuratamente le mani. Non è stato dimostrato che il latte materno veicola l’infezione. Il piccolo viene tenuto a due metri di distanza da lei, il parto naturale è avvenuto in una sala protetta, creata apposta per evitare contagi, a cui si accede dopo un percorso istituito per garantire la sicurezza delle altre pazienti». Così Fabrizio Sandri, direttore della Neonatologia e del Dipartimento materno infantile dell’Azienda Usl di Bologna, racconta all’ANSA la nascita del primo bambino da mamma positiva al coronavirus nell’area metropolitana, avvenuta sabato. Una storia, in piena emergenza sanitaria, «per rassicurare le future mamme» sul fatto che anche ora si partorisce in sicurezza». «Sapevamo che la madre era positiva al tampone - aggiunge Sandri - il parto naturale, a termine, è andato bene. Gli operatori sanitari hanno seguito la nascita indossando i dispositivi di protezione. I reparti sono stati attrezzati garantire la sicurezza di mamme e bambini».

Nei primi 21 giorni di marzo al Nord i decessi sono più che raddoppiati rispetto alla media 2015-19. Il dato emerge dalla nota esplicativa dell’Istat che accompagna i dati sulla mortalità in Italia. Nell’analisi, che tiene conto di 1.084 comuni, si evidenzia in particolare la situazione di Bergamo, dove i decessi sono quasi quadruplicati «passando da una media di 91 casi nel 2015-2019 a 398 nel 2020». «Incrementi della stessa intensità, quando non superiori - si legge -, interessano la maggior parte dei comuni della provincia bergamasca».

Mattarella agli italiani: "Periodo travagliato, lo supereremo insieme"

«Il Presidente della Repubblica, nell’impossibilità di rispondere personalmente a tutti coloro che a lui si rivolgono, li ringrazia molto ed esprime a ciascuno la sua personale vicinanza in questo periodo cosi travagliato della storia della nostra Repubblica, nella certezza che supereremo, assieme, questo difficile momento». E’ quanto si legge in un «avviso» pubblicato sul sito del Quirinale e destinato ai tanti cittadini che in queste ore stanno scrivendo al capo dello Stato. «Il Presidente Sergio Mattarella, in questo periodo di grave emergenza Covid-19, riceve quotidianamente - si legge nell’avviso pubblicato sul sito della Presidenza della Repubblica - numerosa corrispondenza, soprattutto via e-mail, da parte di singoli cittadini, di sindaci, di associazioni, nella quale si esprimono considerazioni, preoccupazioni, suggerimenti, proposte, rilievi critici». A causa della mole di corrispondenza - soprattutto via mail - il presidente ha deciso di ringraziare così i cittadini esprimendo loro la propria «personale vicinanza».

 In America ci sono ora oltre 4.000 morti a causa del coronavirus, di cui 1.550 a New York, con i casi di contagio accertati che salgono in tutto il Paese a 190.000. E’ quanto emerge dagli ultimissimi dati elaborati dalla Johns Hopkins University. Il numero delle vittime è raddoppiato in meno di tre giorni.

Licenziato per calo vendite, si uccide

Aveva appena ricevuto la chiamata del suo datore di lavoro, proprietario di un negozio di alimentari in zona Navigli, che gli comunicava di averlo licenziato per via del calo delle vendite dovuto all’emergenza Coronavirus. Poco dopo, un 26enne di origini senegalesi ha aperto la finestra del bagno del suo appartamento, che si affaccia su un cortile interno, e si è gettato di sotto togliendosi la vita. E’ accaduto ieri sera, intorno alle 19.50 in via Pastorelli a Milano. 

Balzo di 563 morti in più per coronavirus in 24 ore negli ospedali del Regno Unito, concentrati soprattutto in Inghilterra e a Londra, fino a un totale registrato di 2.352, secondo i dati del ministero della Sanità britannico aggiornati ad oggi. I contagi censiti passano invece da 25.150 a 29.474, ossia un picco di 4.324 più di ieri. I test eseguiti nel Paese sfiorano infine ora i 153.000, a un ritmo salito a quasi 10.000 al giorno.

Muore a 90 anni: "usate i ventilatori per i giovani"

«Ho già avuto una bella vita, usate il ventilatore per i più giovani": è stata questa la decisione di un’anziana belga di 90 anni, Suzanne Hoylaerts, di Lubbek, nel Brabante fiammingo, morta nei giorni scorsi di coronavirus, dopo aver rifiutato la cura. La vicenda è stata riportata dalla figlia della vittima ai media belgi.

Coronavirus, Von der Leyen propone la cassa integrazione Ue

"Proponiamo una iniziativa europea per la cassa integrazione, per aiutare i paesi più colpiti dalla crisi, tra cui Italia e Spagna. Per salvare milioni di posti di lavoro e riavviare al più presto il motore dell’economia europea". Lo annuncia su Twitter la presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen, in merito all’emergenza coronavirus.

Facebook attiva un servizio d'emergenza

Facebook mette in campo un nuovo strumento per rispondere al coronavirus. Il social network ha annunciato l’attivazione del «Community Help», un servizio per le emergenze lanciato nel 2017 e pensato per far fronte a catastrofi naturali come incendi e terremoti. Consentirà ai membri di una comunità di chiedere e offrire aiuto durante l'epidemia, ad esempio portando la spesa o donando cibo e denaro. 
Lo strumento sarà attivato nei prossimi giorni in cinque Paesi, Italia esclusa: Usa, Regno Unito, Francia, Canada e Australia. Altre nazioni - si legge in una nota di Facebook - saranno aggiunte nelle prossime settimane. 
Allo strumento si accede attraverso il Centro informazioni sul Covid-19, una sezione informativa dedicata all’epidemia e presente su Facebook in una trentina di nazioni, compresa l'Italia.

Maturita': mobilitazione on line studenti, #none'unoscherzo

Mobilitazione online oggi per moltissimi studenti che nel giorno del «pesce d’aprile» hanno chiesto con forza che l’esame di maturità non sia uno scherzo, chiedendo chiarezza. «Se fosse vero che il Ministero fosse orientato ad ammettere tutti gli studenti all’esame di Stato, anche con debiti, e a rimuovere le prove scritte, per mantenere soltanto l’orale, qualora il ritorno a scuola non dovesse avvenire a maggio, si tratterebbe di un’ottima notizia e di una vittoria per tutti gli studenti - dichiara Federico Allegretti, coordinatore della Rete degli Studenti Medi - Aspettiamo ovviamente l’ufficialità, ma questa è la direzione giusta. Situazioni straordinarie richiedono misure straordinarie. L'abbiamo chiesto nei tavoli Ministeriali e con la mobilitazione online «La maturità #nonèunoscherzo». Bene che si risponda». Per Allegretti, «l'ipotesi che le lezioni non riprendano prima della metà di maggio è concreta e noi, considerando questo scenario possibile, avevamo chiesto da subito che si rivedesse la struttura della maturità, mantenendo l’orale, ma togliendo gli scritti, che avrebbero potuto mettere in difficoltà i ragazzi, che non hanno avuto il tempo di esercitarsi attraverso le simulazioni. Chiediamo che l’ufficialità arrivi al più presto: la maturità non è uno scherzo, agli studenti servono certezze!», conclude Allegretti. 

 

Il governo sta lavorando per anticipare in un decreto-legge, da adottare subito, le misure più urgenti per dare liquidità alle imprese. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende, alle opposizioni riunite a Palazzo Chigi. Questo per liberare risorse per l’economia reale, spiega il ministro dell’Economia Gualtieri, per almeno 500 miliardi. Nell’incontro con le opposizioni, il premier ha tracciato il quadro economico generale e proposto un tavolo maggioranza-opposizione che si riunisca «con ritmo più serrato» per assicurare un confronto che porti alla più ampia condivisione possibile anche sul piano sostanziale.

«Il Comitato tecnico scientifico ci invita a non abbassare la guardia. Dobbiamo programmare un ritorno alla normalità che deve essere fatto con gradualità e deve consentire a tutti, in prospettiva, di tornare a lavorare in sicurezza. Valorizzeremo ulteriormente i protocolli di sicurezza. Questo il nostro impegno». Lo ha detto il premier.

Proroga del blocco al 13 aprile

 La decisione del governo è di «prorogare fino al 13 aprile tutte le misure di limitazione alle attività e agli spostamenti individuali finora adottate». Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell’informativa al Senato. 

«Attenzione ai facili ottimismi che possono vanificare i sacrifici fatti: non dobbiamo confondere i primi segnali positivi con un segnale di cessato allarme». E’ il monito del ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l'informativa al Senato. La «battaglia è ancora molto lunga - ha detto - e sbagliare i tempi o anticipare misure sarebbe vanificare tutto».

 

 «Le regole sugli spostamenti non cambiano. La circolare del ministero dell’Interno del 31 marzo si è limitata a chiarire alcuni aspetti interpretativi sulla base di richieste pervenute al Viminale. In particolare, è stato specificato che la possibilità di uscire con i figli minori è consentita a un solo genitore per camminare purchè questo avvenga in prossimità della propria abitazione e in occasione di spostamenti motivati da situazioni di necessità o di salute». Lo precisa una nota del Viminale. 
 

Gallera,spero si ignori circolare Viminale - «Spero che i cittadini ignorino questa folle, insensata e irresponsabile circolare, che stiano a casa e organizzino giochi con i propri figli». Lo ha detto l'assessore al Welfare Giulio Gallera in merito al provvedimento del Viminale che autorizza la passeggiata genitori-figli. Come Lombardia «vedremo se c'è la possibilità di emanare ordinanze che la vanifichino. Lo valuteremo con il presidente Attilio Fontana», ha aggiunto Gallera, in collegamento con Italia 7 Gold. 

Borrelli, il Sud è ancora a rischio - La situazione nei territori del nord resta la più drammatica, ma il sud è ancora a rischio, e nessuno può e deve pensare di poter abbassare la guardia. Lo sottolinea, intervistato dal Corriere della Sera, il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, il quale osserva che non si sa quando si uscirà dall’emergenza coronavirus, ma è certo che senza le misure messe in campo, ora si conterebbero molti più morti. E per Borrelli, quando sarà finita, sarà molto difficile ripercorrere quel metro che ora separa le persone: «Dovremo essere abili a riavvicinarci all’altro gradualmente, senza perderne la fiducia».