Sei in Italiamondo

In calo i nuovi malati, 1.941 (rispetto ai 2.972 di domenica) e quelli ricoverati in terapia intensiva. In aumento i morti, 636 (domenica +525)

06 aprile 2020, 18:33

In calo i nuovi malati, 1.941 (rispetto ai 2.972 di domenica) e quelli ricoverati in terapia intensiva. In aumento i morti, 636 (domenica +525)

Sono complessivamente 93.187 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.941. Domenica l’incremento era stato di 2.972. Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime e i guariti - è di 132.547. Il dato è stato fornito dalla Protezione Civile. Calano ancora i malati di coronavirus ricoverati nelle terapie intensive: sono 3.898 i pazienti nei reparti, 79 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.343 sono in Lombardia. Dei 93.187 malati complessivi, 28.976 sono poi ricoverati con sintomi - 27 in più rispetto a ieri - e 60.313 sono quelli in isolamento domiciliare. Sono 16.523 le vittime dopo aver contratto il coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 636. Domenica l’aumento era stato di 525. Sono 22.837 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 1.022 in più di ieri. «I dati confermano sostanzialmente il trend confortante che vediamo da qualche giorno, per efficace misure di contenimento. Dal 30 marzo al 6 aprile -90% ricoverati, da 409 a 27. Per le terapie intensive il saldo era positivo, +75, il 30 marzo, oggi è di -79, che sono stati dimessi. Il trend è meno forte sui decessi, purtroppo ancora al 50% in Lombardia, ma su base settimanale la diminuzione è oltre il 20% anche per i decessi». Così Luca Richeldi, pneumologo del Policlinico Gemelli e membro del Comitato tecnico scientifico (Cts) in conferenza stampa alla Protezione civile. 

«Dovremo sicuramente continuare a osservare la regola delle distanze e fare sacrifici ancora per un pò. Dopo questa fase verranno più in evidenza protocolli di sicurezza a tutti i livelli, sia per il camminare per strada o prendere i mezzi di trasposto, sia per andare nei luoghi di lavoro. Già abbiamo adottato protocolli di sicurezza con le aziende molto rigorosi». Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi.  «Stiamo lavorando per un intervento molto più corposo da realizzare già questo mese, con un approccio sistemico per tutte le categorie in sofferenza. Questa è un’emergenza non solo sanitaria, ma economia e sociale ad un tempo. Il dl aprile conterrà strumenti di protezione sociale, sostegno alle famiglie e ai lavoratori, soprattutto quelli più in difficoltà». «Sarebbe irresponsabile andare in giro e allentare la fiducia e la responsabilità» a Pasqua. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi. «Pasqua significa passaggio dalla schiavitù e anche riscatto: speriamo che possa portarci questa libertà. Io vivo questa festività con fede, come redenzione. Speriamo che in una versione più laica sia un passaggio verso un definitivo riscatto». Abbiamo deliberato la sospensione di vari pagamenti fiscali e contributi e ritenute anche per i mesi di aprile e maggio». "Abbiamo deliberato la sospensione di vari pagamenti fiscali e contributi e ritenute anche per i mesi di aprile e maggio».

Il  premier britannico Boris Johnson, affetto da coronavirus, è stato trasferito in terapia intensiva dopo che questo pomeriggio le sue condizioni sono peggiorate. Lo fa sapere un portavoce di Downing Street secondo quanto riportato dai media britannici.

«Ho firmato ieri sera un’ordinanza di Protezione civile che istituisce un Fondo per provvidenze destinate ai familiari dei sanitari deceduti, alimentato dalla famiglia Della Valle; ringrazio Diego Della Valle che ha promosso la raccolta per chi è rimasto orfano o ha perso un familiare a causa dell’emergenza». Lo ha detto il commissario Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione civile. 

Si conoscerà molto probabilmente a metà settimana l’app di tracciamento italiana del Coronavirus scelta dalla task force tecnologica del governo per accompagnare la cosiddetta 'fase duè della ripresa. Il contingente di 74 esperti sembrerebbe orientato già verso una soluzione tra le 319 proposte arrivate e l’adozione della tecnologia bluetooth potrebbe soddisfare diversi requisiti. Resta ancora aperto li tema della raccolta, uso e conservazione dei dati degli utenti. Ma soprattutto, una volta individuati i contagiati o chi ne è entrato in contatto, la capacità di poter fare tamponi a tappeto e in base ai risultati riprendere gradualmente le attività produttive. Sviluppare un’app globale sotto il coordinamento Ue per contrastare la pandemia da Covid19 nel rispetto della privacy e della protezione dei dati: questo l'appello rivolto oggi a tutte la parti interessate dal garante Ue della protezione dei dati(EDPS), Wojciech Wiewiorowski. 
Il garante Ue sostiene che, se la tecnologia è orientata alla privacy sin dalla fase di progettazione, «il tracciamento attraverso l’utilizzo di identificatori temporanei dei servizi di telefonia e dei segnali Bluetooth può garantire livelli di protezione sufficienti nonchè il rispetto della privacy e la protezione dei dati degli utenti».

Sono 6.494 i decessi negli ospedali francesi dall’inizio dell’epidemia, con un aumento record di 605 morti nelle ultime 24 ore. A questi si aggiunge il totale aggiornato degli ospizi, che ammonta a 2.417, per un totale complessivo di 8.911 morti. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Olivier Vèran. 
Continua il trend positivo per i casi gravi, con un minore aumento dell’afflusso in rianimazione per il quinto giorno consecutivo: i pazienti in rianimazione sono 7072, con un aumento di 94 unità rispetto a ieri, «un indicatore importante per valutare la tensione nei nostri ospedali», ha aggiunto Vèran.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA