Sei in Italiamondo

CORONAVIRUS

Conte: 'Ripartenza non significherà piena libertà di movimento'. Bonetti: 'Riaprire le scuole dell'infanzia in estate per attività a piccoli gruppi'

Il numero di orti oggi è il più basso dal 15 marzo: 260. Ma si ferma il calo dei malati

26 aprile 2020, 09:11

Conte: 'Ripartenza non significherà piena libertà di movimento'. Bonetti: 'Riaprire le scuole dell'infanzia in estate per attività a piccoli gruppi'

Sono salite a 26.644 le vittime per coronavirus in Italia, con un incremento di 260 in un giorno. E' il dato più basso registrato da oltre 40 giorni: il 15 marzo, infatti, ci furono 368 morti in 24 ore mentre il giorno prima se ne registrarono 175. Ieri l’aumento era stato di 415. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile. ‌‌Sono 64.928 i guariti dal coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.808. L’aumento ieri era stato di 2.622. ‌Prosegue ancora il trend in calo dei ricoveri in terapia intensiva. Ad oggi sono 2.009, 93 in meno rispetto a ieri. Di questi, 706 sono in Lombardia, 18 in meno rispetto a ieri. Dei 106.103 malati complessivi, 21.372 sono ricoverati con sintomi, 161 in meno rispetto a ieri, e 82.722 sono quelli in isolamento domiciliare, 510 in più rispetto a ieri quando si era registrato il primo calo dall’inizio dell’emergenza. ‌‌Dopo cinque giorni di seguito si ferma il calo dei malati per coronavirus. Gli attualmente positivi sono 106.103, 256 in più rispetto a ieri. Sabato c'era stato un calo di 680 malati.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte parlerà questa sera alle 20.20 per annuniciare le nuove misure dopo il 4 maggio. «Stiamo lavorando per consentire la ripartizione della buona parte delle imprese, dalla manifattura alle costruzioni per il 4 maggio. Non possiamo protrarre oltre questo blocco: rischiamo una compromissione troppo pesante del tessuto socio-economico del Paese»aveva detto il premier in un'intervista a un quotidiano nazionale in cui anticipa i contenuti della disposizione che prevede il via alla 'fase-2' e sottolinea che il rientro a scuola sarà previsto «a settembre».  

"La scuola è al centro dei nostri pensieri e riaprirà a settembre. La ministra Azzolina sta lavorando per consentire agli esami di Stato si sta svolgendo in conferenza personale, in condizioni di sicurezza», ha detto Conte in un'altra intervista. Per consentire la ripartizione di buona parte delle imprese », fornita, ma avverte,« non siamo ancora nella condizione di ripristinare una piena libertà di movimento, non sarà un 'liberi tutti' ».Azzolina sta lavorando per consentire agli esami di Stato si sta svolgendo in conferenza personale, in condizioni di sicurezza», ha detto Conte in un'altra intervista. per consentire la ripartizione di buona parte delle imprese », fornito, ma avverte,« non siamo ancora nella condizione di ripristinare una piena libertà di movimento, non sarà un 'liberi tutti' ».

Roma Oggi registriamo un dato di 85 casi di positività e prosegue un andamento stabilmente sotto i 100 casi e un trend al 1,5%. A Roma città infine nelle ultime 48 ore non si registrano decessi». Lo dichiara l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù. 

"Il problema dell'estate c'è in modo significativo, dobbiamo pensare all'istruzione educativa, di comunità e di socialità". Lo ha detto il ministro alle Pari Opportunità e Famiglia, Elena Bonetti, intervenuta su SkyTg24, parlando dell'ipotesi di SkyTg24, parlando dell'ipotesi di aprire le scuole in organizzazione per l'organizzazione dei centri estivi . "E 'mia intenzione avanzare la richiesta di riapertura delle scuole 0-6 anni in estate per organizzare attività in piccoli gruppi. Su questo investiremo almeno 35 milioni per costruire una rete organizzata. Ci stiamo predisponendo perché questo accada - ha proseguito il ministro Bonetti - , il credo politico deve osare nella concretezza delle risposte a problemi ed esigenze. Sarà necessario organizzare nel modo più sicuro possibile. ". 

"La mia richiesta è quella di estensione di altri 15 giorni del contratto parentale a prescindere dalla riapertura delle scuole. Abbiamo fatto in modo che ci sia una compartecipazione sia dal padre che dalla madre". Lo ha detto il ministro alla Pari Opportunità e Famiglia, Elena Bonetti, intervenuta su SkyTg24, parlando dell'ipotesi di apertura delle scuole in azienda per l'organizzazione dei centri estivi. SkyTg24, parlando dell'ipotesi di apertura delle scuole in estate per l'organizzazione dei centri estivi. "Ma quello che serve - ha aggiunto - è un assegno mensile per tutti i figli. Oggi è lo strumento attraverso il quale costruire prospettive solide alle famiglie. La prospettiva di avere un'entrata fissa, fino a dicembre, significa avere una prospettiva della vita altrimenti condannato dalle famiglie a incertezze totali. Rischiamo stasi di consumi e di natalità ".

L’esistenza del nuovo coronavirus «era completamente ignota fino alla fine del mese di dicembre dello scorso anno». Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, alla trasmissione 'Mezz'ora in piu» di Lucia Annunziata su Rai3 sottolineando lo scenario assolutamente pandemico e completamente imprevedibile con una dimensione che ha raggiunto nel mondo 3 milioni di soggetti che sono stati contagiati sulla base dell’identificazione della Rna virale e 200 mila morti. 


Risalgono i morti negli Stati Uniti, 2.494 in 24 ore  - Sono stati 2.494 nelle ultime 24 ore nei morti per il coronavirus negli Stati Uniti, contro 1.258 del giorno prima. coronavirus negli Stati Uniti, contro 1.258 del giorno prima. Il bilancio delle vittime nel Paese è venduto a 53.511, con 936.293 casi di contagio. E 'quanto emerge dagli ultimi dati della John Hopkins University. Hopkins University. Il dato di ieri era stato il più basso delle ultime tre settimane trascorse sperando in un'inversione di tendenza, smentita però nelle successive 24 ore.
In Canada oltre 45 mila contagi -  Il numero dei contagi da coronavirus in Canada ha superato i 45.000 (45.354) dal 15 gennaio a oggi, con 1.466 casi nelle ultime 24 ore. coronavirus in Canada ha superato i 45.000 (45.354) dal 15 gennaio a oggi, con 1.466 casi nelle ultime 24 ore. Lo ha annunciato il ministero canadese della Salute, secondo quanto dichiarato dalla Tass.Il dato recente è leggermente in calo rispetto a venerdì, quando erano stati registrati 1.778 contagi. 
La maggior parte dei casi è registrata nelle province di Quebec (23.267), Ontario (13.995) e Alberta (4.233). Tamponi sono stati trovati su un totale di 684.200 persone. Circa 16.400 sono i pazienti guariti, 2.465 sono morti. 
Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha dichiarato che, secondo le previsioni del governo, l'epidemia in Canada raggiungerà il suo apice a fine maggio e che la prima ondata dell'infezione si concluse con una bella tenuta. 

Codacons, rischio stangata su vacanze + 22%. Rincaro per pochi passeggeri su aerei e ombrelloni distanziati -  Vacanze estive all'insegna dei rincari, con una vera e propria stangata per le tasche delle famiglie. A lanciare l'allarme i Codacons, secondo cui l'emergenza coronavirus potrebbe avere effetti a cascata sui listini turistici e sui prezzi dei beni e servizi tipici del periodo estivo. 
Ipotizzando uno scenario in cui ad agosto gli aerei ricevono con un numero limitato di passeggeri per garantire le distanze minime a bordo, gli ombrelloni saranno distanziati in spiaggia e vi saranno limiti alle presenze presso strutture ricettive, ristoranti e altri locali pubblici, secondo l’operazione del Codacons una vacanza di 10 giorni arriverebbe a costare sviluppato il 22% in più rispetto allo scorso anno. La spesa procapita per la villeggiatura passerebbe così dai 736 euro del 2019 agli 898 euro del 2020, in piena era coronavirus, con un aumento di circa 162 euro a persona. In particolare sono richiesti per i biglietti aerei e per i traghetti (con tariffe che potrebbero crescere fino al 100%), per gli elenchi delle strutture ricettive (alberghi, case vacanze, villaggi turistici, ecc. 
«Aumenti inevitabili e legati ad un doppio fattore - spiega il presidente Carlo Rienzi - Da un lato attività ed esercenti collegati tariffa nei conti con nuovi costi collegati al coronavirus, come quelli per sanificazione e sicurezza dei locali, inesistenti fino allo scorso anno; dall'altro il rispetto delle distanze minime in spiaggia, provocherà un limite alle presenze e quindi una riduzione dei costi per società e imprese turistiche, un fronte di costi di gestione sempre più ridotti. Un cortocircuito che, inevitabilmente, finirà per avere conseguenze sui prezzi e sulle tariffe praticate al pubblico, determinando una maggiore spesa a carico di chi si concederà questa estate una vacanza ». 

Oltre 2,9 milioni di casi nel mondo -  I casi di coronavirus nel mondo hanno oltrepassato questa mattina la soglia dei 2,9 milioni: è quanto emerge dal conteggio aggiornato della Johns Hopkins University. Il quadro globale della progressione del virus fornito dall'università americana indica 2.900.422 contagi, 203.055 decessi e 822.760 persone guarite.