Sei in Italiamondo

CORONAVIRUS

Italia, contagiati in (lieve) aumento: sono 235 e ieri erano 223. I morti sono 21

Continua la scoperta di piccoli focolai: l'ultimo in un'azienda agricola del Ravennate

04 luglio 2020, 16:49

Italia, contagiati in (lieve) aumento: sono 235 e ieri erano 223. I morti sono 21

 "Faccio un nuovo appello a tutti a rispettare le regole. I contagi aumentano perchè molti non le rispettano. Atteggiamenti spavaldi e irresponsabili mettono a rischio la sicurezza degli altri". Così, in un post su Facebook, il segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. "Come diciamo da tempo, il virus è ancora in circolazione e abbassare la guardia ora è davvero sbagliato. Grazie alle centinaia di operatori sanitari, Forze dell’ordine, Sindaci e amministratori che sono attivissimi a individuare i positivi e poi isolare i focolai. Ma questo non può bastare: bisogna continuare a usare la mascherina, mantenere la distanza di sicurezza e igienizzare mani e ambiente. Regole - conclude Zingaretti - che non sono complicate, ma sono fondamentali per tutelarci e per questo vanno osservate, altrimenti rischiamo di tornare indietro e bruciare tutti i sacrifici che abbiamo fatto in questi mesi".

I dati di ieri

Sono 235  i nuovi contagiati di coronavirus il 4 luglio, in lieve aumento rispetto a ieri quando erano stati 223. Di questi, 95 casi sono in Lombardia, il 40,4% del totale in Italia. Il numero totale dei casi sale così a 241.419. Le vittime nelle ultime 24 ore sono invece 21, in aumento rispetto alle 15 di ieri. I morti per coronavirus salgono così a 34.854, secondo i dati del Ministero della Salute.

Nuovo focolaio a Trieste tra addetti export - Un focolaio di nuovi contagi da coronavirus è stato registrato a Trieste. Al momento, afferma il vicepresidente della Regione, Riccardo Riccardi, sono otto le persone collegate tra loro e trovate positive al coronavirus. «Sono stati eseguiti circa sessanta tamponi - dice - tutti con esito negativo, a persone entrate in contatto con i contagiati. Poi è partita un’ulteriore campagna di tracciamento dei contatti e siamo in attesa dei risultati di ulteriori 60 tamponi».  Dei nuovi casi riscontrati a Trieste, «quattro lavorano nell’import-export e potrebbero avere avuto contatti con persone provenienti dall’estero - spiega Riccardi - quattro sono invece loro famigliari. Nessuno si è recato all’estero di recente». Alle 17 è prevista una videoconferenza dalla sede della Protezione civile di Palmanova tra Regione - sono attesi Riccardi e il presidente del Fvg, Massimiliano Fedriga - infettivologi e direttori sanitari. 
Su questo focolaio, precisa Riccardi, «c'è una giusta attenzione, che non deve diventare allarmismo ma non può neanche essere sottovalutata. Ora continuiamo a lavorare con lo stesso tenore e la stessa impostazione tenuti in questa esperienza». Si tratta di «un contagio significativo dopo diversi giorni, in cui non avevamo nessun contagio». In generale, osserva Riccardi, «nell’ultima settimana si sono verificati tre casi che hanno avuto origine in altri Paesi: questo è un problema che intendiamo monitorare. Ma intendiamo anche far comprendere come il confine può rappresentare un problema».
 

Focolaio in azienda agricola del Ravennate - In una azienda agricola che si trova nelle campagne a nord di Ravenna, dai tamponi dell’Ausl Romagna sono emersi 12 casi di positività al Covid-19. Si tratta - come riportato dal Corriere di Romagna - di braccianti agricoli tutti originari del Bangladesh, asintomatici e domiciliati tutti assieme nella zona tra Sant'Antonio e Sant'Alberto. 
Sono tutt'ora in corso gli accertamenti e si è in attesa dei monitoraggi su altri braccianti della medesima azienda. Nei giorni scorsi altri 9 casi di riscontrata positività, avevano riguardato sempre persone originarie del Bangladesh residenti tra i comuni di Ravenna e di Cervia.

A Melbourne migliaia in lockdown - Migliaia di residenti in alcuni edifici popolari di Melbourne, la seconda città dell’Australia, sono stati messi in isolamento, da oggi e per almeno cinque giorni, dopo lo scoppio di un nuovo focolaio di coronavirus che le autorità stentano a mettere sotto controllo.  Centinaia di poliziotti sono stati dispiegati per imporre il lockdown a nove torri di edilizia popolare.  Il Paese ha registrato il più grande aumento giornaliero di casi di coronavirus negli ultimi mesi, con 108 nuovi casi concentrati nello Stato sud-orientale di Victoria. 
Oltre 57.000 casi in Usa in 24 ore, record -  Nuovo record di casi di coronavirus negli Stati Uniti: nelle ultime 24 ore sono stati 57.562. E’ quanto emerge dai dati del Covid Tracking Project. Si tratta del terzo giorno consecutivo con oltre 50.000 nuovi contagi. I casi di coronavirus negli Stati Uniti sono in totale 2,79 milioni e i decessi 129.405.
La Catalogna mette in quarantena 200.000 persone - La Generalitat catalana ha deciso di mettere in quarantena nelle loro case gli abitanti di 38 piccoli comuni della provincia di Segrià, che contano circa 209.000 persone, a partire da mezzogiorno, a fronte dell’aumento dei casi di coronavirus registrati nelle ultime ore. Sono nove i focolai attivi. Lo rende noto La Vanguardia. Fino alle 16 ai residenti sarà permesso di entrare , ma da quel momento in poi sarà vietata la circolazione, ad eccezione dei lavoratori che devono spostarsi. 
In Russia superati i 10.000 morti - La Russia ha registrato 6.632 nuovi casi di coronavirus e 168 decessi nelle ultime 24 ore: il bilancio delle vittime a livello nazionale ha Così superato le 10.000 unità. «Nel corso dell’ultimo giorno, 6.632 casi di Covid-19 sono stati confermati in 84 regioni della Russia, inclusi 1.960 casi asintomatici attivi (29,6%)», ha detto il quartier generale della risposta al coronavirus. Il numero cumulativo di casi di coronavirus ha raggiunto 674.515, inclusi 10.027 decessi. Lo riporta interfax.