Sei in Italiamondo

L'ANTIVIRUS

I pipistrelli non sono velenosi

di Antonio Rinaldi -

13 luglio 2020, 10:54

I pipistrelli non sono velenosi

I pipistrelli non sono velenosi! Se tutto il pandemonio Covid-19 è scaturito probabilmente da un pipistrello, non per questo i pipistrelli devono esser l’origine di tutti i mali. Il riferimento è a una notizia comparsa qualche giorno fa su buona parte della stampa, che rivelava di una bambina morsa da un pipistrello in Toscana, salvata grazie alla somministrazione di antidoti provenienti da Foggia. Quella che stiamo vivendo è sicuramente l’era più buia per i pipistrelli; da sempre un po’ temuti e guardati con sospetto, negli ultimi anni avevano iniziato a godere di una simpatia crescente, soprattutto in virtù delle loro abitudini alimentari di insettivori divoratori di zanzare. Ma ora rischiano di passare solo come esseri pericolosi in tutto e per tutto, e così quando una bambina avendo un incontro accidentale con un pipistrello ha rimediato un piccolo graffio, la notizia è passata come «bambina morsa da un pipistrello, salvata da un antidoto…» senza che in realtà fosse stata morsa, e senza che possa esistere un antidoto in assenza di un veleno.

Dopo l’incontro ravvicinato, i genitori si sono giustamente rivolti a un Pronto soccorso (come doveroso in ogni caso di ferita di un animale, tanto più se selvatico) e i sanitari per massima cautela hanno applicato (facendolo arrivare) un trattamento antirabbico, perché il pipistrello, come tutti gli altri mammiferi, la cosa più probabile (seppur rara) che può trasmettere all’uomo è la rabbia. La bambina è stata tenuta in osservazione il tempo dovuto e quindi dimessa. Nulla di più. È seguita anche una precisazione dell’ISS che ha confermato che «i virus che circolano nelle popolazioni di pipistrelli, salvo rare eccezioni, non corrispondono a quelli che causano infezione all’uomo, e in ogni caso nessuno di questi virus trasmissibili è presente nei pipistrelli europei».
SEMAFORO ROSSO