Sei in Italiamondo

milano

Incidente col monopattino, a Milano manager della società di sharing rischia processo

16 settembre 2020, 14:25

Incidente col monopattino, a Milano manager della società di sharing rischia processo

Potrebbe essere un processo pilota, primo nel suo genere in Italia quello che coinvolge una società di sharing di monopattini elettrici, in particolare il suo legale rappresentante, e un giovane che nel maggio dell’anno scorso viaggiava contromano a Milano sulla 'tavoletta" elettrica a due ruote e ha investito, facendola cadere a terra, un’anziana poi finita in ospedale con una importante frattura al bacino. 
La procura ha infatti notificato in questi giorni l’avviso di chiusura delle indagini in vista della richiesta di rinvio a giudizio, per il rappresentante di Bird Rides Italy, e per un 23enne per lesioni stradali gravi e per la violazione del codice della strada. Il manager dell’azienda, tra le prime ad avviare nel capoluogo lombardo il business del noleggio dei monopattini elettrici, come si legge nel capo di imputazione, avrebbe causato «pericolo per gli utenti della strada, in specie mettendo a disposizione monopattini elettrici in numero imprecisato per il noleggio con modalità free floating , nonostante si trattasse di dispositivi di cui era vietata in ogni caso la circolazione su carreggiata e in presenza di esplicito divieto, da parte del Comune di Milano, ad intraprendere l’attività in discorso, omettendo altresì di fornire chiare indicazioni, agli utilizzatori sui divieti esistenti per tale categoria di veicoli». 
L’incidente era avvenuto il 22 maggio 2019 in via Olona, zona piazza sant'Ambrogio: il ragazzo circolava «in carreggiata (non consentita in ogni caso ai monopattini) e, anzi, sul lato sinistro della stessa, quindi in senso contrario a quello di marcia, a poca distanza dai veicoli parcheggiati sul medesimo lato» investì la signora che per la frattura rimase immobilizzata per tre mesi.  (Foto d'archivio)