Sei in Italiamondo

coronavirus

In Italia 32.961 nuovi contagi, 623 morti. Superato il milione di casi dall'inizio dell'epidemia. Superato il numero massimo di ricoverati (di aprile)

11 novembre 2020, 17:30

In Italia 32.961 nuovi contagi, 623 morti. Superato il milione di casi dall'inizio dell'epidemia. Superato il numero massimo di ricoverati (di aprile)

Incremento in Italia di  32.961 nuovi casi

In Italia  32.961 nuovi casi su 225.640 tamponi, facendo salire il totale degli attualmente positivi a 613.358. Le vittime nelle ultime 24 ore sono 623. Ieri i nuovi casi sono stati 35.098 su 217.758 tamponi, i morti 580. ‌Ma la curva epidemica comincia a mostrare segni di stabilizzazione.

In Italia oltre 29mila ricoverati. Oltre tremila in rianimazione

Sono oltre 29 mila i ricoverati con sintomi per Covid in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Con l’incremento nelle ultime 24 ore di 811 il totale dei pazienti nei reparti ordinari è salito a 29.444. E’ stato così superato il tetto massimo raggiunto il 4 aprile scorso con 29.010 ricoverati.  E’ stata superata la soglia dei 3 mila pazienti in terapia intensiva per Covid in Italia. Con i 110 delle ultime 24 ore il totale è di 3.081 persone in rianimazione. Il limite massimo resta quello del 3 aprile scorso con 4.068 ricoverati in terapia intensiva.

Superato il milione di casi

A quasi 11 mesi dall’inizio dell’emergenza, l’Italia supera il milione di casi Covid 19. I contagiati totali, compresi guariti e vittime, sono 1.028.424 

Indice Rt in calo

‌Gli ultimi dati e l’indice di trasmissibilità Rt settimanale, a 1,7, «stanno ad indicare che probabilmente il numero dei nuovi casi si sta stabilizzando, anche se su numeri che sono sempre alti, e che le misure di contenimento in atto, soprattutto nelle regioni dove sono state applicate in maniera più severa come quelle in fascia arancione e rossa, stanno iniziando a dimostrare la loro efficacia», sottolinea all’Ansa Massimo Andreoni, professore di Malattie infettive all’Università di Roma Tor Vergata e direttore scientifico della Società Italiana di Malattie Infettive e tropicali (Simit).