Sei in Italiamondo

allarme

Covid, focolaio al Pronto Soccorso Civico di Palermo: 14 positivi

12 novembre 2020, 08:23

Covid, focolaio al Pronto Soccorso Civico di Palermo: 14 positivi

 Un focolaio  all'interno del pronto soccorso dell'ospedale Civico di Palermo.
Almeno 14 tra medici e infermieri sono risultati positivi nel corso dei controlli effettuati regolarmente sul personale sanitario. All'interno del pronto soccorso sono ricoverati almeno 50 pazienti Covid, alcuni anche in condizioni critiche.
Al momento sono stati eseguiti diversi tamponi agli altri operatori sanitari in servizio, molti sono già risultati negativi. ""Stiamo cercando di arginare il focolaio - dice il primario del pronto soccorso Massimo Geraci - Al momento i positivi sono 14 circa il 10%. Ci sono tanti pazienti nel reparto, molti in ventilazione". 

Fontana, fasce protette verranno tutte vaccinate - «Le fasce protette verranno tutte vaccinate». Botta e risposta a distanza tra il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ospite stamani di Rtl 102.5 e Walter Ricciardi, che ieri aveva parlato di «ritardi" della Lombardia nell’acquisto dei vaccini ("non bastano neanche per le fasce vulnerabili"). Fontana ha detto che «è una polemica fuori luogo, ne parleremo dopo la campagna vaccinale» e che «noi abbiamo acquistato l’80% in più di vaccini rispetto a un anno fa con 800mila dosi già distribuite». 

Fontana, per Natale cose andranno gradualmente meglio - «Mi auguro proprio di no, sono convinto che le cose andranno gradualmente a posto». Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, rispondendo, stamani, ospite di Rtl 102.5, a una domanda sulle persistenza del Covid anche a Natale.  «Però una cosa bisogna anche dirla ai cittadini, non lasciatevi prendere dalle violazioni, delle mascherine», sottolineando la necessità del rigore verso le disposizioni sanitarie per salvaguardare il periodo d Natale. 

Focolaio in un centro per disabili nel Modenese. Risultati positivi 15 ospiti su 17 e cinque operatori - Un nuovo focolaio di Coronavirus è scoppiato, nel Modenese, in un centro disabili. Si tratta, come riporta l’edizione locale del Resto del Carlino, del centro socio riabilitativo residenziale per disabili 'Il Melogranò di Montese, in Appennino. 
Nella struttura, gestita dall’Asp di Vignola, sono risultati positivi ai tamponi rapidi 15 ospiti su 17 oltre a 5 dei 21 operatori «I primi casi di cinque ragazzi che avevano la febbre li abbiamo registrati venerdì - ha detto al giornale Marco Franchini, presidente dell’Asp - sospettando che si trattasse di covid, abbiamo fatto scattare il protocollo che avevamo già predisposto in caso di emergenza, isolando uno a uno tutti i 17 ospiti. Abbiamo poi disposto i tamponi rapidi e, appunto, 15 su 17 sono risultati positivi. Tutti i ragazzi e gli operatori contagiati stanno bene e non presentano pressochè sintomi. A tutti, peraltro, è passata la febbre». 
Resta da da capire come sia stato possibile che il virus sia entrato nel centro perchè gli ospiti, con l’acuirsi dell’emergenza, sono sempre rimasti dentro la struttura.