Sei in Italiamondo

coronavirus

La mortalità torna a crescere, (a ottobre) +23% in diverse città

19 novembre 2020, 13:47

La mortalità torna a crescere, (a ottobre) +23% in diverse città

Ad ottobre «si rileva un incremento di mortalità sia al Nord (+22%) che al Centro-Sud (+23%) con un eccesso significativo in diverse città». In particolare, dal 28 ottobre al 3 novembre «si conferma il trend in crescita osservato a partire da metà ottobre in diverse città del Nord (Torino, Genova, Milano) e del Centro Sud (Roma, Bari, Palermo). Da fine ottobre aumento anche a Bologna, Firenze, Perugia, Cagliari e Catania». Emerge dall’Andamento della mortalità giornaliera nelle città italiane in relazione al Covid.

Per i 32 Comuni inclusi nel monitoraggio pubblicato sul sito web del ministero della Salute, la mortalità giornaliera (ovvero i residenti deceduti) viene confrontata con quella dell’analogo periodo dell’anno dei 5 anni precedenti (che rappresenta il valore atteso). L’obiettivo, si legge, è «disporre di dati tempestivi in una fase di rapida evoluzione dell’epidemia Covid». 
I dati dei mesi scorsi «mostrano il forte incremento della mortalità osservata durante la prima fase dell’epidemia di Covid-19, la successiva riduzione che ha riportato la mortalità in linea con i valori di riferimento a fine maggio, infine il rapido incremento dei decessi delle ultime settimane». 
Rispetto all’ultimo rapporto, anche per la settimana 28 ottobre-3 novembre continua il trend in crescita dei decessi totali sia tra le città del nord che in quelle del centro-sud. 
Al Nord si osserva un maggiore incremento in persone over 75, a Roma, Genova e Milano si osserva un incremento dell’eccesso anche nella classe di età 65-74 anni. 

Per i 32 Comuni inclusi nel monitoraggio pubblicato sul sito web del ministero della Salute, la mortalità giornaliera (ovvero i residenti deceduti) viene confrontata con quella dell’analogo periodo dell’anno dei 5 anni precedenti (che rappresenta il valore atteso). L’obiettivo, si legge, è «disporre di dati tempestivi in una fase di rapida evoluzione dell’epidemia Covid». 
I dati dei mesi scorsi «mostrano il forte incremento della mortalità osservata durante la prima fase dell’epidemia di Covid-19, la successiva riduzione che ha riportato la mortalità in linea con i valori di riferimento a fine maggio, infine il rapido incremento dei decessi delle ultime settimane». 
Rispetto all’ultimo rapporto, anche per la settimana 28 ottobre-3 novembre continua il trend in crescita dei decessi totali sia tra le città del nord che in quelle del centro-sud. 
Al Nord si osserva un maggiore incremento in persone over 75, a Roma, Genova e Milano si osserva un incremento dell’eccesso anche nella classe di età 65-74 anni. 

Per i 32 Comuni inclusi nel monitoraggio pubblicato sul sito web del ministero della Salute, la mortalità giornaliera (ovvero i residenti deceduti) viene confrontata con quella dell’analogo periodo dell’anno dei 5 anni precedenti (che rappresenta il valore atteso). L’obiettivo, si legge, è «disporre di dati tempestivi in una fase di rapida evoluzione dell’epidemia Covid». 
I dati dei mesi scorsi «mostrano il forte incremento della mortalità osservata durante la prima fase dell’epidemia di Covid-19, la successiva riduzione che ha riportato la mortalità in linea con i valori di riferimento a fine maggio, infine il rapido incremento dei decessi delle ultime settimane». 
Rispetto all’ultimo rapporto, anche per la settimana 28 ottobre-3 novembre continua il trend in crescita dei decessi totali sia tra le città del nord che in quelle del centro-sud. 
Al Nord si osserva un maggiore incremento in persone over 75, a Roma, Genova e Milano si osserva un incremento dell’eccesso anche nella classe di età 65-74 anni.