Sei in Italiamondo

coronavirus

Spostamenti tra (piccoli) Comuni a Natale e Capodanno: ora il governo ci sta pensando

10 dicembre 2020, 16:08

Spostamenti tra (piccoli) Comuni a Natale e Capodanno: ora il governo ci sta pensando

Il governo starebbe valutando di allargare le maglie per lo spostamento tra i piccoli Comuni nelle festività natalizie, consentendo delle deroghe. Il tema è stato al centro di una riunione dei capigruppo parlamentari che si è svolta questa mattina al Senato. "Lo chiediamo da tempo, lo abbiamo ripetuto nelle riunioni di maggioranza e al Consiglio dei Ministri, ora siamo ben lieti che il presidente Conte si sia accorto che è necessario rivedere la norma che vieta gli spostamenti anche tra piccoli Comuni a Natale", afferma Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva. 

"Obbligare gli anziani a trascorrere il Natale da soli, perché la famiglia dista solo qualche chilometro dalla propria abitazione, o costringere i figli di genitori separati a scegliere tra madre e padre, non solo è insensato, ma - sottolinea - non si basa neppure su dati scientifici, come sostenuto da autorevoli esponenti del Cts, che hanno valutato come inopportuna la norma.

"In questi giorni abbiamo chiesto a Conte, in ogni sede, non di accondiscendere a un nostro desiderio, ma di ascoltare il Parlamento, i sindaci e guardare in faccia la realtà di un Paese fatto da migliaia di piccoli Comuni", conclude Boschi. "Forse, il buon senso sta facendo breccia anche a Palazzo Chigi, che per una volta - se questa retromarcia andrà in porto - avrà ascoltato i consigli dei Comuni, delle Regioni, e delle opposizioni in Parlamento - commenta Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio -. Ci auguriamo, dunque, che questo ravvedimento sia realmente operoso e che nelle prossime ore arrivi un chiarimento ufficiale per dare certezze e tranquillità ai cittadini italiani, almeno a Natale".

.
"Posizione ragionevole quella del Governo, che ha accolto una delle proposte avanzate da Fratelli d’Italia che prevedeva gli spostamenti tra Comuni il giorno di Natale, il 26 dicembre e i 1 gennaio e denunciata nelle questioni pregiudiziali presentate e illustrate oggi alla Camera", sottolinea Maria Teresa Bellucci, deputato di Fdi. "L'accoglimento da parte della maggioranza conferma non solo che Fdi fa proposte ragionevoli ma che l’opposizione sa dare - quando ascoltata - contributi preziosi. Spiace davvero - nell’interesse comune - che in più occasioni sia mancata una fase interlocutoria e di coinvolgimento verso l’opposizione, che invece avrebbe consentito di trasformare provvedimenti sensati, come quelli presentati su scuola e trasporti, in interventi concreti per i cittadini", conclude Bellucci.