Sei in Italiamondo

televisione

Friedman definisce "escort" Melania in diretta Rai. Le scuse e la polemica

21 gennaio 2021, 17:34

Friedman definisce "escort" Melania in diretta Rai. Le scuse e la polemica

E’ polemica dopo l’uscita del giornalista Alan Friedman, collegato ieri via skype con il programma di Rai1 "Uno mattina", nei confronti di Melania Trump, definita "escort". La conduttrice Monica Giandotti ha stigmatizzato l’affermazione definendola molto forte e grave. Stamane i due conduttori, Giandotti e Marco Frittella, hanno ulteriormente preso le distanze: "Ieri in questi studi si è verificato uno spiacevole incidente, un ospite in collegamento ha rivolto un insulto sessista ad una donna. Durante la diretta abbiamo sollevato il nostro disappunto e sottolineato l’accaduto. E vogliamo oggi ribadire che Uno Mattina è il frutto del lavoro di una squadra il cui obiettivo è informare nel rispetto di tutte le opinioni, degli ospiti e del pubblico che ci segue da casa".

Intanto è polemica sui social. "A che servono conduttori strapagati - scrive su twitter il segretario della Commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi- se vengono consentiti in silenzio insulti sessisti in trasmissione? A che serve il servizio pubblico se ha lo stesso opportunismo politico dei social? Alla fine Corona almeno ha chiesto scus. Rai che dice su parole Friedman su Melania Trump?". Anche il segretario dell’Usigrai Vittorio Trapani condanna l'episodio. "Trovo indecoroso - scrive su twitter - il fatto che Alan Friedman abbia definito "escort" MelaniaTrump. Battuta volgare e sessista. Sentita poi dagli schermi della Rai la trovo ancora più intollerabile. E la giustificazione del presunto lapsus nella traduzione è risibile". 

Friedman ha poi chiesto scusa su twitter: "Chi sbaglia deve ammetterlo. Ho fatto una battuta infelice, chiedo scusa". Interviene anche il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: "Pazzesco. Ora Friedman ammette che la sua indegna uscita su Melania Trump non era un errore, ma "una battuta infelice". Dare della escort a una donna in diretta televisiva sarebbe una battuta? Spero che dopo un fatto così grave, la Rai prenda i dovuti provvedimenti ed eviti in futuro di ospitare nuovamente questa persona sulla televisione pubblica". 
 Per la componente Pluralismo e Libertà all’interno dell’esecutivo Usigrai ci sono stati "troppi silenzi e troppe risposte tardive sulla rivoltante qualifica sessista attribuita ieri da Alan Friedman a Melania Trump durante Uno Mattina. Ed è indubbiamente troppo debole la dissociazione dell’Usigrai. Il segretario si è limitato a condannare l’ospite della trasmissione".

"Pretendiamo l’immediata presa di posizione dell’azienda radio televisiva italiana perchè quanto accaduto è inaccettabile: Friedman andrebbe bannato dalla tv pubblica", si legge in una nota congiunta delle senatrici della Lega. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA