Sei in Italiamondo

CRISI DI GOVERNO

Zingaretti: "Pronti a contribuire con le nostre idee. Ora incontro con M5S e Leu". Salvini: "Ascolteremo e dopo decideremo"

Il leader della Lega: "La via maestra sono le elezioni, ma non abbiamo pregiudizi su Draghi"

03 febbraio 2021, 14:06

Zingaretti: "Pronti a contribuire con le nostre idee. Ora incontro con M5S e Leu". Salvini: "Ascolteremo  e dopo decideremo"

 "Con l’incarico a Mario Draghi si apre una fase nuova che può portare il Paese fuori dall’incertezza creata da una crisi irresponsabile e assurda. Siamo pronti a contribuire con le nostre idee a questa sfida per fermare la pandemia, per concludere la campagna vaccinale, per un nuovo modello di sviluppo basato sulla sostenibilità ambientale e sociale, sulla difesa e sul rilancio di una forte collocazione europeista dell’Italia, che in questi mesi abbiamo riconquistato". Così il segretario del Pd, Nicola Zingaretti. "Bisogna puntare a una fase di investimenti e crescita, ora possibile con il Next Generation Eu, attenta all’inclusione e ai diritti delle persone, per realizzare le riforme istituzionali di cui il Paese ha urgente bisogno. Ancora una volta è il tempo di un nostro protagonismo per mettere in campo i contenuti e una visione chiara", aggiunge. 

"Non bisogna perdere la forza e le potenzialità di una alleanza con il Movimento 5 Stelle e con Leu basata su proposte comuni sul futuro dell’Italia. Per affrontare questi temi chiederemo nelle prossime ore un incontro con il Movimento 5 Stelle e Leu", conclude Zingaretti.

La posizione del centro destra viene così riassunta da Matteo Salvini: "La via maestra è quella delle elezioni. Su Draghi non abbiamo pregiudizi: ascolteremo quello che ci dirà e gli faremo le nostre proposte. Dopo l'incontro decideremo quale posizione prendere".