Sei in Italiamondo

coronavirus

I numeri (in aggiornamento) delle 4 fasi del piano vaccinale

Tecnici al lavoro in vista della conferenza Stato-Regioni per un aggiornamento della situazione 

08 febbraio 2021, 19:07

I numeri (in aggiornamento) delle 4 fasi del piano vaccinale

Fra personale sanitario e delle Rsa, ospiti di queste strutture e anziani over 80 (la cui vaccinazione sta partendo in molte regioni italiane), ammonta a 6 milioni e 483.000 il numero delle persone che dovranno essere raggiunte nella prima fase prevista dal piano vaccinale, nel quale, per queste categorie, si utilizzeranno solo i vaccini Pfizer e Moderna, così come da indicazione Ema e Aifa. Le cifre sono indicate nel prospetto a disposizione delle Regioni sulle 4 fasi della campagna vaccinale, in costante aggiornamento, anche in queste ore, in vista della prossima riunione Stato-Regioni, prevista per domani.

La seconda fase dovrebbe raggiungere 19.862.582 persone e riguarderà le persone estremamente vulnerabili, gli anziani tra i 70 e i 79 anni, gli anziani fra 60 e 69 anni che non presentano rischi specifici e le persone fra i 55 e i 59 anni (sempre senza rischi specifici), anche a queste categorie saranno dati i vaccini Pfizer e Moderna.

La terza fase, raggiungerà 3.894.847 persone: il personale docente e non docente, forze armate e di polizia, i penitenziari, i luoghi di comunità e gli altri servizi essenziali. Per queste categorie sarà usato il vaccino di AstraZeneca.

La quarta fase, infine, raggiungerà 20 milioni e 533.289 e riguarderà tutto il resto della popolazione over 16 utilizzando il vaccino a seconda della disponibità. Il cambiamento (in aumento ma anche in diminuzione) delle dosi previste, così come l'arrivo di nuovi vaccini (il prossimo potrebbe essere quello della Johnson&Johnson, probabilmente a inizio marzo) cambierà le tabelle e lo schema operativo, lasciando però invariato il criterio delle priorità sanitarie, cioè l’obiettivo di raggiungere il prima possibile i più fragili e i più esposti.