Sei in Italiamondo

Afghanistan: Onu, donne devono partecipare a negoziati

24 marzo 2021, 17:45

Afghanistan: Onu, donne devono partecipare a negoziati
(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Per essere sostenibile il processo di pace avviato in Afghanistan deve essere più inclusivo possibile. Qualsiasi accordo deve tenere conto delle opinioni e delle preoccupazioni di tutti gli afghani. Dunque, c'è bisogno che ''le donne afghane siano presenti nella stanza e al tavolo dei negoziati dove si decide il futuro del Paese''. L'esortazione arriva dalla Rappresentante Speciale delle Nazioni Unite per l'Afghanistan, Deborah Lyons che ha parlato nel corso di una riunione al Consiglio di sicurezza dell'Onu. ''Sebbene le donne siano ancora troppo poche nei colloqui, hanno dimostrato con il loro contributo come il paese sia cambiato negli ultimi due decenni'' ha aggiunto. Poi, dopo aver sottolineato che metà della popolazione afghana è nata dopo il 2001, Lyons ha insistito: "Questa generazione è cresciuta in un altro Afghanistan, un paese in cui i giovani aspirano a un'istruzione adeguata; in cui le donne hanno accesso a posizioni decisionali economiche e politiche; dove i media svolgono un ruolo vitale e dove la società civile ha uno spazio per prosperare". "Questi afghani sono ora la maggioranza. Meritano di far sentire la loro voce durante i negoziati e di avere il diritto a un ruolo attivo nella società afghana, una volta raggiunto un accordo di pace''. Lyons ha inoltre sottolineato che sono passati già sei mesi dall'inizio dei colloqui tra il governo afghano e i talebani a Doha, ma la violenza nel Paese prosegue . Dall'inizio di quest'anno sono state uccise più di 80 persone sullo sfondo di una crisi umanitaria, con il 40 per cento della popolazione afghana che ha bisogno di assistenza d'emergenza. "Le uccisioni, gli sfollamenti e le sofferenze del popolo afghano devono finire ora", ha detto Deborah Lyons che ha sottolineato come i negoziati sono in fase di stallo a causa della "mancanza di risultati reali". "Abbiamo sempre saputo che sarebbe stata una pace complicata - ha aggiunto Lyons- la soluzione di questi problemi richiederà pazienza e impegno da parte di tutte le parti, ma nell'immediato tutte le parti devono porre fine alla violenza". (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA