Sei in Italiamondo

Covid: Balcani, primi vaccini Covax a Montenegro, Macedonia

28 marzo 2021, 14:46

Covid: Balcani, primi vaccini Covax a Montenegro, Macedonia
(ANSAmed) - BELGRADO, 28 MAR - Le prime forniture di vaccino anti Covid nell'ambito del programma internazionale Covax sono arrivate questa mattina in Montenegro e Macedonia del nord. Come riferiscono i media regionali, in entrambi i Paesi balcanici sono giunte 24 mila dosi di vaccino AstraZeneca, con le quali sarà possibile avviare il piano di immunizzazione cominciando dalle fasce di popolazione più a rischio, anziani e medici. Nei giorni scorsi una prima partita di vaccini Covax - 23.400 dosi Pfizer-BioNTech - era giunta anche in Bosnia-Erzegovina. A Sarajevo peraltro sono giunte oggi 30 mila dosi di vaccino cinese Sinovac donate dalla Turchia. Montenegro, Macedonia del Nord e Bosnia-Erzegovina hanno ottenuto nelle scorse settimane alcune migliaia di dosi di vaccino donate dalla Serbia, l'unico Paese dei Balcani occidentali (escluse Slovenia e Croazia che sono membri Ue) che ha potuto avviare con successo un piano di vaccinazione di massa grazie a contratti bilaterali conclusi con le case produttrici. In Serbia - che otterrà anch'essa le forniture Covax - si somministrano quattro tipi di vaccino - soprattutto il cinese della Sinopharm e il russo Sputnik V, oltre a AstraZeneca e Pfizer-BioNTech. Su una popolazione di 7 milioni di abitanti, a ricevere la prima dose sono stati oltre 2,2 milioni, il richiamo più di 900 mila, e con ciò il Paese è tra i primi in Europa per vaccinazioni effettuate in rapporto alla popolazione. Grazie a tale disponibilità di vaccino, la Serbia ha organizzato per questo fine settimana una vaccinazione anche a favore di cittadini dei Paesi vicini. (ANSAmed).

© RIPRODUZIONE RISERVATA