Sei in Italiamondo

Thailandia riduce la quarantena per gli arrivi internazionali

06 aprile 2021, 16:38

Thailandia riduce la quarantena per gli arrivi internazionali
(ANSA) - ROMA, 06 APR - Quarantena ridotta per i viaggiatori in arrivo in Thailandia. La Tourism Authority of Thailand (TAT) ha annunciato che il governo reale thailandese ha approvato nuove norme di prevenzione Covid-19 in materia di ingressi nel Paese. Dall'1 aprile la quarantena scende a 7 giorni per i turisti internazionali completamente vaccinati contro Covid-19 con un vaccino approvato e registrato presso il MoPH (Ministero di salute pubblica thailandese) o approvato dall'Oms, non meno di 14 giorni prima della data di viaggio. Tuttavia i soggetti in arrivo devono provenire da paesi senza ceppo mutato di virus SARS-CoV-2. Chi non è in grado di presentare un certificato vaccinale valido al Controllo Sanitario Portuale Internazionale verrà invece sottoposto a quarantena. Il periodo è ridotto da 14 a 10 giorni (11 notti) per chi proviene da paesi senza ceppo mutato di virus SARS-CoV-2 che non siano stati vaccinati o che non abbiano completato l'intero ciclo di vaccinazione. I 14 giorni rimangono invece in vigore per chi arriva dagli 11 paesi in cui sono presenti mutazioni e varianti del virus (Botswana; Camerun; Congo; Ghana; Kenya; Mozambico; Ruanda; Sudafrica; Tanzania; Zambia e Zimbabwe). Per entrare in Thailandia, si deve essere in possesso di visto valido o permesso di rientro, certificato di ingresso (COE) rilasciato da Ambasciata o Consolato reale thailandese; polizza di assicurazione sanitaria Covid-19 con copertura minima di 100.000 dollari; conferma della prenotazione alberghiera in una struttura del circuito Alternative State Quarantine (ASQ) e certificato medico attestante il risultato di un tampone molecolare rilasciato non più di 72 ore prima della partenza. Durante la quarantena in Thailandia, gli stranieri devono sottoporsi a test molecolari e tutti gli arrivi sono soggetti a tracciamento (info: http://turismothailandese.it). (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA