Sei in Italiamondo

RIAPERTURE

Bonaccini e Fedriga: "Coprifuoco? C'è un dialogo col Governo per spostarlo alle 23". Ma Patuanelli frena: "Resterà alle 22"

21 aprile 2021, 09:48

Bonaccini e Fedriga: "Coprifuoco? C'è un dialogo col Governo per spostarlo alle 23". Ma Patuanelli frena: "Resterà alle 22"

«Il 'coprifuoco' è alle 22? Avrei preferito le 23. Ma se le cose vanno bene, nelle prossime settimane ci potrà essere una parziale revisione di queste regole. Bisogna essere responsabili per evitare ricadute visto che siamo comunque dentro la pandemia». Così Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna, a Buongiorno su Sky TG24 a proposito della bozza del decreto legge sulle riaperture e misure anti Covid. «Non escludo - sottolinea Bonaccini - che anche alcune tappe previste nelle prossime settimane» rispetto a riaperture, ingressi in ristoranti, «possano essere anticipate, solo se le cose vanno per il meglio».

«Sul coprifuoco c'è un’interlocuzione con il Governo. La Conferenza delle Regioni propone, misura assolutamente responsabile, l’ampliamento di un’ora, fino alle 23, per permettere alle attività, nei limiti delle regole, di avere un minimo di respiro». Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, ai microfoni di Radio Capital. 

Ci sarà oggi il Consiglio dei ministri e il coprifuoco rimane alle 22, come deciso dalla Cabina di regia di venerdì scorso. Lo ha detto a Studio 24 su RaiNews il ministro delle Politiche agricole, alimentari Stefano Patuanelli. «Vorremo - ha aggiunto - che sulla scuola si tornasse al 100%. Intendiamo porre il tema in Cdm e, come sempre, troveremo una soluzione di equilibrio. Anche se Regioni chiedono limiti per motivi di trasporti, come M5S riteniamo di dover garantire agli studenti delle Superiori per questi ultimi 100 giorni di scuola lezioni in presenza».