Sei in Italiamondo

Tafferugli a Gerusalemme nonostante appello alla calma

25 aprile 2021, 00:22

Tafferugli a Gerusalemme nonostante appello alla calma
(ANSA) - GERUSALEMME, 25 APR - Nuovi tafferugli hanno visto contrapporsi palestinesi e forze di sicurezza alla periferia della Città Vecchia di Gerusalemme, dopo un appello alla calma del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. Gli scontri sono stati però meno intensi rispetto ai giorni scorsi, secondo un giornalista dell'Afp sul posto. Sei palestinesi sono rimasti feriti, cinque dei quali sono stati curati sul posto, ha detto la Mezzaluna Rossa palestinese. A Gerusalemme centinaia di agenti di polizia sono stati dispiegati alla periferia della Città Vecchia per evitare ulteriori violenze dopo giorni di scontri che hanno coinvolto ebrei di estrema destra, palestinesi e forze dell'ordine, le più gravi da alcuni anni a questa parte. Scontri, ma senza gravi conseguenze, sono avvenuti alla Porta di Damasco, uno dei principali accessi alla spianata della moschea situata nella Città Vecchia, dopo l'ultima preghiera della giornata, in questo mese di Ramadan. I palestinesi hanno lanciato bottiglie d'acqua alla polizia che ha risposto con granate assordanti. I giovani palestinesi hanno anche bruciato cassonetti nelle strade adiacenti alla Porta di Damasco. Circa 100 palestinesi hanno anche lanciato pietre e molotov al valico di Qalandiya tra Gerusalemme e la Cisgiordania occupata, secondo quanto riferito dalla polizia. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA