Sei in Italiamondo

CORONAVIRUS

Dl proroghe: nella bozza salta l'obbligo del 50% in smart working per i dipendenti pubblici

29 aprile 2021, 14:06

Dl proroghe: nella bozza salta l'obbligo del 50% in smart working per i dipendenti pubblici

 Niente obbligo di far lavorare in smart working un dipendente pubblico su due, nè durante l'emergenza nè con l’adozione dei Pola, i piani organizzativi per il lavoro agile: secondo la bozza in entrata in Cdm del decreto proroghe, infatti, lo smart working si potrà proseguire in deroga fino alla definizione delle nuove regole con il contratto nazionale e comunque non oltre la fine dell’anno, ma non ci sarà il vincolo del 50%.

Salta anche il limite del 60% indicato nei Pola, mentre scende dal 30% al 15% la soglia minima in caso di mancata adozione dei Piani organizzativi.