Sei in Italiamondo

Russia: rimosso nel Daghestan busto 'abusivo' di Stalin

04 maggio 2021, 10:27

Russia: rimosso nel Daghestan busto 'abusivo' di Stalin
(ANSA) - MOSCA, 04 MAG - Un monumento al dittatore sovietico Josef Stalin è stato smantellato pochi giorni dopo che i comunisti locali, nella repubblica caucasica del Daghestan, lo hanno eretto sull'ultimo viale Stalin rimasto in Russia. Lo riporta il Moscow Times. La sezione del partito comunista nella città di Dagestanskiye Ogni, 2.000 chilometri a sud di Mosca, ha acceso profonde divisioni quando i suoi membri hanno collocato il busto di Stalin vicino a una fermata dell'autobus, lo scorso giovedì. "È un giorno storico", ha detto un attivista in un video condiviso dall'account Instagram dell'emittente locale Ogni TV. Gli utenti dei social media, evidenziando gli attuali disaccordi sull'eredità del dittatore nella Russia moderna, hanno sottolineato le repressioni di Stalin, le politiche antireligiose e le deportazioni interne delle popolazioni del Caucaso del Nord ma hanno anche notato il suo ruolo nella vittoria sulla Germania nazista. L'account Instagram di Ogni TV ha mostrato poi un filmato di una gru che rimuoveva la scultura dal suo piedistallo. Il sindaco della città ha detto al sito di notizie Kavkaz Uzel che la sezione del partito comunista non aveva concordato la sua installazione con il municipio. "Sembra che i comunisti abbiano preso l'iniziativa e abbiano deciso di erigere un monumento sulla strada intitolata a Stalin", ha dichiarato il sindaco Dzhalalutdin Alirzayev. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA