Sei in Italiamondo

GENOVA

Morta a 18 anni dopo il vaccino: si indaga sugli accertamenti medici

Attesa l'autpsia: domani (15 giugno) sarà conferito l'incarico 

14 giugno 2021, 19:48

Morta a 18 anni dopo il vaccino: si indaga sugli accertamenti medici

Una tac fatta senza mezzo di contrasto, dimissioni il giorno dopo senza ulteriori accertamenti, mancato trasferimento all’ospedale San Martino di Genova. Sono questi gli aspetti su cui si concentrano i pm Francesca Rombolà e Stefano Puppo insieme all’aggiunto Francesco Pinto, nell’indagine sulla vicenda di Camilla Canepa, la studentessa di 18 anni morta per una trombosi al seno cavernoso dopo avere ricevuto il vaccino AstraZeneca durante un open day il 25 maggio.

Si devono sciogliere tutti i dubbi sulla morte di Camilla: un primo pezzetto di verità, o almeno un pezzo di verità processuale è affidata all’autopsia che si terrà nelle prossime ore. Il medico legale Luca Tajana e l’ematologo Franco Piovella eseguiranno l’autopsia (l'incarico verrà conferito domani, martedì 15 giugno) e analizzeranno anche i campioni prelevati durante l'intervento chirurgico dai medici del San Martino per cercare di rispondere alle tante domande formulate dai magistrati che si occupano del caso di Camilla. In serata, i genitori della ragazza dovrebbero nominare un consulente di parte.