Sei in Italiamondo

TRAFFICO

Ancora un incidente mortale sull'A1 nel Piacentino

Scontro tra due camion, code verso Milano 

23 giugno 2021, 12:20

Ancora un incidente mortale sull'A1 nel Piacentino

 A 24 ore di distanza dall’incendio con esplosione di un’autocisterna di Gpl che ha provocato due vittime e una prolungata chiusura dell’autostrada, un altro terribile schianto ha ucciso un camionista nel medesimo tratto dell’A1, tra Fiorenzuola e Piacenza. Meno di due chilometri separano, nel territorio del comune di Cadeo, i luoghi dei due incidenti. Ieri il tamponamento a catena che ha coinvolto due camion e un’auto si è verificato al chilometro 66, oggi al 68, in direzione Milano. 
Il camionista morto questa mattina era alla guida di un tir che intorno alle 10.30 ha urtato violentemente un altro mezzo pesante che lo precedeva. Il conducente è deceduto sul colpo. Sul posto il 118 e i vigili del fuoco insieme alla polizia stradale, al personale di Autostrade per l’Italia, per la gestione del traffico e poi per la ricostruzione della dinamica dei fatti. 
Tra le cause possibili di quella che appare una tragica coincidenza ci sono il gran traffico mattutino in un’autostrada che attraversa la pianura padana, il caldo di questi giorni, forse un malore o un colpo di sonno fatale degli autisti alla guida. Incidenti tra tir come questi - oggi anche l’A13 è stata chiusa per uno scontro tra un’auto e tre camion con un altro conducente morto - pongono il tema del rinnovo dei mezzi pesanti, «indispensabile per dotare le imprese di camion più moderni, strutturati con dispositivi di sicurezza pronti a entrare in funzione in situazioni come questa», afferma il presidente di Conftrasporto Paolo Uggè che sottolinea come «viene da chiedersi se tra gli interventi del Governo siano previsti incentivi per il ricambio del parco circolante, ma la risposta è nò. L’incidente di Piacenza, si domanda Uggè, è «ascrivibile tra gli incidenti stradali o non è piuttosto da considerare un incidente sul lavoro?». «Quando avvengono infortuni sul lavoro - prosegue - la stampa è giustamente pronta a darne ampio spazio all’argomento evidenziando il tema della sicurezza». 
Su quanto successo verranno svolte indagini anche se non è escluso che si concludano con l’archiviazione per la morte del responsabile, come avvenuto per l’esplosione, anche in quel caso di una cisterna piena di gas, a Bologna Borgo Panigale nell’agosto 2018, quando morì il conducente coinvolto. 
Per il piacentino il doppio incidente in 24 ore segue un altro episodio di sangue sulle strade: il 3 giugno sulla bretella di collegamento tra A1 e A21 nel comune di Fiorenzuola d’Arda hanno perso la vita cinque muratori, a bordo di un furgone, schiantatosi contro un altro tir.