Sei in Italiamondo

CALCIO

Incidenti in Nizza-Marsiglia, indaga la magistratura

Rappresentanti due club convocati dalla Disciplinare della Lega 

23 agosto 2021, 12:27

Incidenti in Nizza-Marsiglia, indaga la magistratura

Indaga anche la magistratura sui gravi incidenti che si sono verificati ieri sera durante Nizza-Marsiglia, partita valida per la 3/a giornata della Ligue 1. Il giudice ha riferito che, al momento, non ci sono persone in stato di fermo, ma che l’indagine è in corso per appurare responsabilità.

I rappresentanti dei due club, intanto, sono stati convocati per mercoledì davanti alla Commissione disciplinare della Professional Football League (LFP). Il Nizza e il Marsiglia sono esposti a sanzioni per «gravi incidenti». Lo ha annunciato questa mattina la LFP. 
La partita di calcio Nizza-Marsiglia ieri è stata interrotta dall’arbitro dopo che il terreno di gioco è stato invaso da alcuni tifosi del Nizza. Gli incidenti sono iniziati al 75', quando il giocatore del Marsiglia, Dimitri Payet, ha rilanciato verso i tifosi del Nizza una delle tante bottiglie di plastica che riceveva addosso ogni volta che andava a battere un calcio d’angolo. Furiosi, i tifosi sono scesi sul prato per minacciare il n.10 Marsiglia, prima che l’arbitro rimandasse i giocatori negli spogliatoi. 
Questa mattina il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, ha ribadito che le violenze sono «intollerabili» e chiesto «sanzioni» alla Lega calcio professionistica. In tribuna, Longoria e il presidente del Nizza, Jean-Pierre Rivère, sono quasi arrivati ;;alle mani. «Si sono presi l’un l’altro per il colletto e le guardie del corpo hanno dovuto separarli», ha detto un testimone. Il sindaco di Marsiglia, Benoit Payan, dal canto suo, ha twittato: «Giocatori infortunati, mancanza di sicurezza; la partita non si sarebbe mai dovuto riprendere. Decisione triste. Orgoglioso della 'mia" squadra che non si è prestata a questa mascherata».