Sei in Emilia

Riaperto il viadotto dell'A14 distrutto dall'esplosione dell'autocisterna

01 ottobre 2018, 16:12

Chiudi
PrevNext
1 di 7

E' stato inaugurato questa mattina il viadotto autostradale dell'A14 ricostruito, dopo essere stato distrutto dall'esplosione di un'autocisterna il 6 agosto scorso. 

Questo «è il risultato della passione delle persone che hanno voluto dare una risposta rapida a Bologna». Lo ha detto l’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, Giovanni Castellucci, intervenendo all’inaugurazione del viadotto sulla A14 nel quartiere di Borgo Panigale a Bologna, ricostruito dopo il crollo seguito all’incendio e all’esplosione di una autocisterna, il 6 agosto. La risposta, ha argomentato, «data da tutti quelli che hanno lavorato, a partire dall’azienda che ha prodotto le travi che ha riaperto in agosto proprio per poterle consegnare».
Per Castellucci «molti consideravano la cosa estremamente improbabile per usare un eufemismo: riaprire in meno di 2 mesi. Invece ci siamo riusciti, ci sono riusciti tutti, è il risultato anche del territorio. Potevano esserci dubbi - ha aggiunto - lungaggini, perplessità e soluzioni estrose, invece tutti insieme», aziende e istituzioni, «abbiamo da subito capito qual era la soluzione per dare una risposta fruibile a una città come Bologna che è il crocevia d’Italia». 
Alla fine, ha sottolineato Castellucci, «ci siamo riusciti in meno di 2 mesi: è un risultato non solo di Autostrade ma del territorio e soprattutto di coloro che ci hanno lavorato giorno e notte cercando di dare la risposta giusta ai problemi. Voglio infine ringraziare - ha concluso riferendosi alle forze dell’ordine - tutti coloro che si sono adoperati per fare sì che questa tragedia non sia stata quella tragedia che poteva essere: a loro va il mio ringraziamento».

"NON CI SONO TIMORI PER ALTRI VIADOTTI". Sui viadotti italiani «i controlli sono una cosa continua ed è giusto che si facciano sempre in maniera molto approfondita. E’ giusto che li facciano le istituzioni, le società, i gestori delle infrastrutture. Quindi ogni controllo è sicuramente opportuno. Ma al momento non ci sono elementi di preoccupazione che io abbia ricevuto». Così, l'ad di Autostrade, Giovanni Castellucci, a chi gli chiedeva se, dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova, avesse ricevuto segnalazioni di problemi ad altre strutture nel Paese. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA