Sei in Emilia

coronavirus

L'Emilia-Romagna pensa a un commissario per le scorte delle mascherine

20 marzo 2020, 19:20

L'Emilia-Romagna pensa a un  commissario per le scorte delle mascherine

La Regione Emilia-Romagna pensa a una sorta di 'commissario' per il reperimento delle mascherine e dei dispositivi di protezione. La richiesta arriva direttamente dal commissario per l’emergenza, Sergio Venturi: «Ho chiesto personalmente alla giunta di fare il possibile per renderci autonomi nell’approvvigionamento di questi dispositivi, perchè sono fondamentali per lavorare bene non solo in ospedale, ma anche nelle case protette». Dunque, ha spiegato Venturi, «la Regione si sta dotando di una speciale figura, che riesca ad acquisirli in tempi rapidi, perchè non possiamo permetterci di far ammalare qualcuno dei nostri operatori». 
L’ultimo aggiornamento diffuso dalla Regione parla dell’arrivo di altre 284mila mascherine Montasio dalla Protezione Civile nazionale, oltre a 19.050 mascherine ffp3, 1.800 mascherine ffp2 e 379mila guanti sterili. Inoltre, altre 10mila mascherine chirurgiche sono in arrivo dall’Agenzia di protezione civile del Lazio, nell’ambito dei rapporti di solidarietà fra le Regioni. Infine, Venturi ha confermato che sono iniziati i tamponi agli operatori sanitari, annunciati nei giorni scorsi.

Ospedali E-R potranno usare farmaco anti-artrite
Tutti gli ospedali dell’Emilia-Romagna da oggi potranno usare il Tocilizumab, il farmaco anti-artrite indicato come performante per fermare il virus. A riferirlo il commissario per l’emergenza, Sergio Venturi, durante il suo bollettino quotidiano trasmesso via Facebook. 
«Ci sono diverse sperimentazioni in corso», ha spiegato Venturi: «Una chiusa che impegna l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Modena», ma adesso «con l’assenso di Roche, l'Aifa ha disposto che tutti gli ospedali possano aderire a una sperimentazione aperta, registrandosi sul sito del 'Pascale' di Napoli». Le strutture, infatti, dovranno rendere conto e aggiornare gli esiti dell’utilizzo del farmaco. 

"Ci aspettiamo un calo nel fine settimana"
 L’Emilia-Romagna guarda col fiato sospeso al fine settimana e all’inizio della prossima settimana sperando che cominci a calare il numero dei contagi. L’ha spiegato il commissario per l’emergenza coronavirus Sergio Venturi: "Mi auguro che alcune tendenze che vediamo si confermino". In particolare, per Venturi "dovremmo vedere che progressivamente gli incrementi dei nuovi casi calino nella proporzione e anche nei numeri assoluti". "E' questo - ha sottolineato il commissario ad acta - che ci aspettiamo vivamente nelle giornate di domani, domenica e nelle giornate successive. Vorrebbe dire che ognuno di noi ha fatto parte colibrì e ha portato sua goccia per spegnere l'incendio".