Sei in Emilia

EMILIA-ROMAGNA

Le proposte di Bonaccini: "Ridurre la Tari, parrucchieri aperti anche in zona rossa"

Il presidente della Regione è stato intervistato da "Restart" su Rai2

07 aprile 2021, 18:41

Le proposte di Bonaccini: "Ridurre la Tari, parrucchieri aperti anche in zona rossa"

«Domani affronteremo il Recovery plan, che è un’occasione storica, e mi farò carico di dire al presidente Draghi di lavorare insieme per cercare di ridurre questa disperazione dilagante, oggi che la curva del contagio sembra scendere e i numeri delle vaccinazioni aumentare». Lo ha detto Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni, ospite di Restart in onda questa sera su Rai2, alla vigilia dell’incontro della conferenza unificata Stato-Regioni-Comuni-Province con la presenza del presidente del Consiglio Mario Draghi. 

«Penso che una misura che il governo potrebbe mettere in campo per aiutare ristoranti e bar - ha proseguito - potrebbe essere quella di estendere a tutto l’anno la sospensione del pagamento per l’occupazione del suolo pubblico, al momento bloccata fino a giugno, oppure ridurre il costo della Tari nelle città, magari d’intesa con le amministrazioni locali. Sarebbe un segnale». 

Bonaccini ha poi invitato a valutare questa ipotesi: «Parrucchiere ed estetisti potrebbero riaprire anche in zona rossa seguendo rigorosamente le linee guida: questo perché temo molto l’abusivismo, cioè il lavoro a casa, che non contribuisce affatto a una maggiore sicurezza». E ancora, «un altro esempio per palestre e piscine: se non si possono riaprire tout court, perché non pensare ad ingressi individuali, per una riapertura graduale?».