Sei in Reggio

OMICIDI

Barista uccisa: identificato il presunto aggressore

Si tratta di un 34enne che è ancora in fuga 

09 agosto 2019, 14:56

Barista uccisa: identificato il presunto aggressore

 La polizia di Reggio Emilia ha identificato il presunto aggressore della 24enne cinese Hui Zhou, uccisa a coltellate ieri pomeriggio in un bar della periferia reggiana. Si tratta di un uomo di 34 anni, senza fissa dimora, che è tuttora in fuga. 
La questura ha diramato un ordine di cattura in tutta Italia e inoltrato le segnalazioni alle frontiere di confine. Oltre all’uomo di origine marocchina, si cerca anche l’arma del delitto. L’ultimo avvistamento del fuggitivo grazie alle immagini di videosorveglianza, è nei pressi del liceo Moro, di fianco alla scena del crimine. Ancora da chiarire il movente anche se è esclusa la pista dell’estorsione o della rapina. Dalle telecamere del bar gli inquirenti hanno visto che l'omicida si è diretto dietro al bancone per uccidere la giovane. L’ipotesi più probabile dunque è quella del movente passionale. Il telefonino della vittima è al vaglio degli investigatori. 

Il suo aggressore è stato identificato dalla polizia, ma è in fuga. Sono in corso ricerche nel Reggiano, ma l’ordine di cattura è stato diramato in tutta Italia e alle frontiere: si tratta di un uomo di 34 anni, di origine marocchina, identificato grazie alle telecamere di sorveglianza e alle testimonianze di un cliente che ha assistito alla scena. 
L’episodio è avvenuto nel giro di pochissimi istanti. Ieri intorno alle 18 l’uomo è entrato nel bar e ha colpito la giovane barista dietro al bancone con alcune coltellate. Poi è uscito e da allora è irreperibile.