Sei in Reggio

REGGIO EMILIA

Carabinieri stroncano lo spaccio dei baby pusher: 19 perquisizioni all'alba - Video

26 ottobre 2019, 14:25

E’ scattato all’alba di oggi il blitz da parte di una cinquantina di carabinieri della compagnia di Reggio Emilia che, forti anche della collaborazione di alcune unità cinofile del nucleodi Bologna, hanno raggiunto una ventina di abitazioni di giovani residenti nel reggiano e nel modenese, in prevalenza minori. Nei loro confronti, complessivamente 19 indagati (15 minori e 4 maggiorenni), le risultanze investigative dei Carabinieri avevano permesso di attribuirne l’appartenenza a un gruppo organizzato di amici dediti prevalentemente alla compravendita di stupefacenti (hascisc e marjuana) ma che non disdegnavano anche di “divertirsi” attraverso il compimento altre attività criminali come piccoli furti commessi ai danni di esercizi pubblici del comprensorio ceramico reggiano dove razziavano danaro contante e generi alimentari. Un maggiorenne, reggiano, è stato arrestato in quanto all’atto della perquisizione nella sua abitazione i Carabinieri hanno rinvenuto una serra domestica al cui interno curava la coltivazione di alcune piante di marjuana nonché deteneva una settantina di grammi di marjuana suddivisa in dosi e appunti contabili suffraganti l’illecita attività di spaccio. Anche un minore è stato arrestato in quanto nel corso delle perquisizioni i carabinieri hanno rinvenuto 50 grammi di marjuana e 20 di hascisc, la cui detenzione è stata ricondotta ai fini di spaccio, sequestrati unitamente a oltre 1.000 euro in contanti ritenuti provento dell’illecita attività. Sono state sequestrate anche due pistole scacciacani trovate nell’abitazione di uno dei perquisiti il cui possesso è all’esatto vaglio degli inquirenti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA