Sei in Reggio

REGGIO EMILIA

Svuota la cassaforte del negozio e si mette in malattia: dipendente parmigiano infedele denunciato dai carabinieri

Appropriazione indebita l’accusa mossa a un 45enne denunciato dai Carabinieri di Reggio Emilia Santa Croce

28 febbraio 2020, 19:43

Svuota la cassaforte del negozio e si mette in malattia: dipendente parmigiano  infedele denunciato dai carabinieri

Godeva della massima fiducia da parte del titolare del negozio tanto che oltre a essere stato assunto quale responsabile del negozio  aveva in disponibilità le chiavi della cassaforte del negozio di proprietà di una società di Reggio Emilia facente capo a un 55enne abitante nel capoluogo reggiano. Il responsabile del negozio, un 45enne abitante a Parma, ha approfittato di tale incarico e forte di essere l’unico a conoscere la combinazione della cassaforte l’ha svuotata del danaro per poi mettersi in mutua e rendersi irreperibile. Quando il proprietario non vedendolo recarsi a lavoro ha appreso della mutua, ha cercato di farsi dare le chiavi del negozio e la combinazione della cassaforte, non riuscendo a rintracciare il dipendente, ha provveduto, tramite un flessibile, ad aprire la cassaforte risultata contenere un solo euro. Era stata svuotata dal contante ivi riposto, oltre 700 euro, da parte del dipendente infedele come accertato dalle risultanze dei carabinieri di Reggio Emilia Santa Croce a cui il 55enne di Reggio Emilia si è presentato sporgendo denuncia. Per questi motivi con l’accusa di appropriazione indebita i carabinieri della stazione di via Adua hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Reggo Emilia il 45enne abitante a Parma, tuttora irreperibile.