Sei in Reggio

Reggio Emilia

Montecchio: 14 morti nella casa di carità per il coronavirus

01 aprile 2020, 18:17

Montecchio: 14 morti nella casa di carità per il coronavirus

 Nella casa di carità parrocchiale San Giuseppe di Montecchio Emilia, nel reggiano, si sono verificati 14 morti in 20 giorni. In sei casi è stata accertata l’infezione da Coronavirus, di cui 5 decessi in ospedale e un’anziana positiva al tampone si è spenta nella residenza. Per le altre persone scomparse non è stato effettuato il test, mentre diversi operatori si sono contagiati. Al momento sono una decina gli ospiti isolati in apposite aree dell’edificio, mentre alcune verranno trasferite in apposite strutture Covid-19.

«La diffusione del Coronavirus nelle strutture per anziani e disabili - dice una nota dell’Ausl di Reggio Emilia - rappresenta sicuramente una criticità a cui stiamo facendo fronte». Oltre a «limitare rigidamente l’accesso dei visitatori e isolare le persone con un quadro clinico compatibile al Covid-19», sono state avviate «inchieste epidemiologiche e realizzati sopralluoghi in numerose residenze per curare aspetti igienici e sanificazione». Infine «è stato disposto un centro residenza per anziani a Guastalla, nella Bassa Reggiana, con 38 posti letto per accogliere pazienti positivi al Coronavirus non autosufficienti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA