Sei in Reggio

CARABINIERI

Guastalla: si fanno portare a casa pranzi e cene luculliane ma non pagano, 10 persone denunciate

23 maggio 2020, 09:47

Guastalla: si fanno portare a casa pranzi e cene  luculliane  ma non pagano, 10 persone denunciate

Nel periodo di restrizione degli spostamenti in conseguenza all’emergenza sanitaria Covd19 hanno ordinato lauti pranzi e cene con tanto di primi e secondi accompagnati da vini. All’atto della consegna però accampavano le più disparate scuse per non pagare promettendo di pagare successivamente senza però mai provvedere. Secondo quanto starebbe emergendo dalle indagini dei carabinieri della stazione di Guastalla sarebbero numerosi i titolari di ristoranti e pizzerie, con attività  tra la bassa reggiana e mantovana, ad essere rimasti vittime degli odierni indagati anche se di fatto solo un ristoratore si è rivolto ai carabinieri denunciando quanto accadutogli lo scorso mese di aprile quando ricevuto un ordine per una quindicina di persone di vari primi e secondi accompagnati da vini per un importo di circa 150 euro si è visto alla consegna non essere saldato del dovuto. Sono state denunciate 10 persone. Si tratta di due coniugi di 58 anni e 53 anni, dei loro 5 figli, aventi un età compresa tra 20 e 31 anni e delle tre compagne dei loro figli di 34, 27 e 30 anni, tutti abitanti a Guastalla che sono stati denunciati alla Procura reggiana con l’accusa di insolvenza fraudolenta e violenza privata ai danni di un ristoratore 27enne di Guastalla.