Sei in Reggio

Bassa reggiana

Sconfina col gregge nel suo terreno, pastore aggredisce 'collega' a Guastalla

26 maggio 2020, 12:04

Sconfina col gregge nel suo terreno, pastore aggredisce 'collega' a Guastalla

Una lite tra pastori per un terreno conteso per il pascolo è sfociata in minacce e in un’aggressione. E’ successo nella Bassa Reggiana dove un 44enne allevatore siciliano residente a Brescello è stato denunciato dai carabinieri per minacce e lesioni personali ai danni di un 27enne, 'collegà reggiano. 
Quest’ultimo - proprietario di 400 ovini - aveva accusato il concorrente nel marzo scorso di aver sconfinato col suo gregge di 2000 capi di bestiame nell’area golenale del Po, a Fogarino di Guastalla, occupata solitamente da lui. Dopo alcune recriminazioni, il pastore siciliano aveva fatto capire che sarebbe tornato nella zona di sua competenza, a Dosolo, nel mantovano, appena al di là del confine segnato dal fiume. Ma qualche giorno dopo ha cominciato a minacciare di morte il reggiano con audio e messaggi sul telefono. 
I due si sono infine messi d’accordo per un incontro chiarificatore che però è degenerato, nonostante l’intervento della polizia municipale. Il siciliano ha colpito con un pugno il rivale, prima di essere bloccato. (foto d'archivio)