Sei in Reggio

MONTAGNA

Due alpinisti morti sull'Appennino reggiano

Precipitati da un canalone del Monte Casarola. Uno dei due era residente a Sant'Ilario

13 marzo 2021, 14:58

Due alpinisti morti sull'Appennino reggiano

 Incidente mortale sul Monte Casarola, vetta di 1978 metri dell’Appennino Reggiano-Parmense. Sul versante reggiano della cima hanno perso la vita due persone precipitate, durante un’uscita alpinistica sul canalone della parete nord che corre parallelo al sentiero Cai 657.

Si tratta di  un 31enne di origine campana, residente a Sant'Ilario d’Enza, e di un 28enne, di origine honduregna, residente a Formigine, nel Modenese, le vittime. 

Gli uomini del Soccorso Alpino, supportati da un medico e i Vigili del Fuoco - che hanno raggiunto le due vittime intorno alle 17 - hanno recuperato e portato a Succiso la prima salma mentre per la seconda si sta ultimando il recupero. Le operazioni sono state complicate dalla difficoltà a raggiungere l'area con l’elicottero a causa del forte vento in quota. Nella zona - raggiunta a piedi - è stato allestito un campo base. 

In base alla ricostruzione fornita dai Carabinieri di Villa Minozzo e Ramiseto, - che coordinati dalla Procura reggiana stanno svolgendo le indagini per cercare di ricostruire la dinamica dei fatti - i due escursionisti si trovavano ai piedi del monte Casarola quando sono finiti nel dirupo posto al termine della piana finendo nei canaloni della 'Buca del Moro'.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA