Sei in Notizie dal mondo

Coronavirus, Conte "il panico e' una reazione ingiustificata"

26 febbraio 2020, 08:55

Coronavirus, Conte

 "Il panico e' una reazione del tutto ingiustificata che compromette la complessiva efficienza del sistema e innesca deprecabili speculazioni sui prezzi di alcuni prodotti". Lo dice il premier Giuseppe Conte in un'intervista al Corriere della Sera. "L'approvvigionamento alimentare - aggiunge - sara' assicurato con apposite misure soprattutto nelle zone 'cluster'. La calma si riporta attraverso una comunicazione puntuale e trasparente". Per il Presidente del Consiglio "e' gravissimo che si speculi su un'emergenza, alimentando pericolosamente il panico. Le uniche informazioni attendibili sono quelle divulgate da fonti e canali ufficiali. Al dottor Borrelli abbiamo affidato il compito di un aggiornamento quotidiano". "Quella che stiamo fronteggiando - prosegue - e' una sfida in cui ognuno di noi e' chiamato a dare il proprio contributo. Il numero di contagi non deve allarmarci. E' comunque il frutto di una linea di azione energica e rigorosa e di controlli efficienti, messi in campo da subito. Stiamo operando per fare in modo che un domani, guardandoci indietro, non potremo rimproverarci nulla".