×
×
☰ MENU

Lettere al direttore

Po, mettiamo le chiuse prima del delta

lettera al direttore

21 Giugno 2022,14:11

Gentile direttore,
la siccità incombe e non è, ormai, una novità. Anche in passato periodicamente il Po riduceva di molto la sua portata, l'acqua in Italia è da tempo un problema, eppure nessuno ha pensato mai a una soluzione per provare ad affrontarlo.
La domanda può essere questa: «Perché regalare acqua al mare quando scarseggia sulla terra?»
Parlando del Po: «Non sarebbe una bella idea mettere delle chiuse prima della diramazione del delta da chiudere quando c'è siccità e aprire più o meno progressivamente quando l'acqua è di sufficiente portata?»
Niente di spettacolare come il Mose di Venezia o le chiuse del Tamigi, semplici doppie paratoie scorrevoli a incontro centrale da usare al momento del bisogno, senza dimenticare le casse di espansione per le situazioni contrarie.
E i costi? Vediamo la cosa da un'altra angolatura: «Quanto costano alla comunità gli effetti dei fiumi in secca?» E non solo in termini economici come per i lavori delle chiuse.
La soluzione delle soluzioni sarebbe sistemare i danni climatici, ma un intervento sui fiumi sarebbe già un primo rimedio.
Paolo Reggiani
Reggio Emilia, 18 giugno

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI