16°

28°

lettere al direttore

I senatori a vita

I senatori a vita
Ricevi gratis le news
6

 

Signor direttore,
adesso che Berlusconi è andato all'opposizione, il governo Letta al Senato ha una maggioranza molto risicata, mi pare che in tv abbiano detto di appena 6 voti. Per restare in piedi avrà bisogno quindi anche del voto dei senatori a vita. 
Infatti alcuni di loro, che non si facevano mai vedere, si sono subito presentati a votare a favore della decadenza di Berlusconi. Mi sembra che siamo tornati ai tempi del governo Prodi, col governo che ad ogni fiducia rischiava di cadere per colpa di un senatore bloccato a casa dall'influenza o di un altro che distrattamente era uscito a far pipì. 
Ma è possibile che siamo condannati ad avere governi così deboli da reggersi sul voto determinante dei senatori a vita? 
Vittorio Spotti
Signor direttore,adesso che Berlusconi è andato all'opposizione, il governo Letta al Senato ha una maggioranza molto risicata, mi pare che in tv abbiano detto di appena 6 voti. Per restare in piedi avrà bisogno quindi anche del voto dei senatori a vita. Infatti alcuni di loro, che non si facevano mai vedere, si sono subito presentati a votare a favore della decadenza di Berlusconi. Mi sembra che siamo tornati ai tempi del governo Prodi, col governo che ad ogni fiducia rischiava di cadere per colpa di un senatore bloccato a casa dall'influenza o di un altro che distrattamente era uscito a far pipì. Ma è possibile che siamo condannati ad avere governi così deboli da reggersi sul voto determinante dei senatori a vita? 

 

Vittorio Spotti

Gentile lettore,
dopo lo strappo di Forza Italia il governo effettivamente è più debole, almeno numericamente, ma non tanto da doversi reggere sui senatori a vita. Infatti ha 6 voti di maggioranza più quelli, eventuali, dei senatori a vita.
La presenza di alcuni neo senatori a vita alla seduta sulla decadenza è stata duramente stigmatizzata da Forza Italia. In particolare Bondi e Gasparri hanno apostrofato così Carlo Rubbia e Renzo Piano: «Non ci siete mai, adesso venite qua per partecipare alla gogna». Rubbia ha fatto spallucce. Piano, avvicinato dai giornalisti per una replica, ha risposto così: «Essere attaccato da Bondi e Gasparri è sublime, è pura beatitudine».
Anche il quotidiano «Libero», con la consueta sobrietà, si è occupato della questione con un articolo intitolato «Becchini, spuntano i senatori a morte». I giornali vicini a Berlusconi avevano già attaccato pesantemente Napolitano per la nomina di senatori a vita tutti schierati a sinistra.
Per chiudere, mi permetta una digressione sul tema. Ero al «Giornale» quando Indro Montanelli ricevette la telefonata dell'allora presidente Cossiga che gli offriva il laticlavio. Era il 19 maggio del 1991, poco dopo mezzogiorno. Eravamo in riunione, Montanelli entrò e ci disse: «Ragazzi, mi ha chiamato Cossiga per farmi senatore a vita. L'ho ringraziato ma gli ho detto di no. Sono matto?». Montanelli poi spiegò ai lettori i motivi della sua decisione, peraltro coerente col modello di giornalista «assolutamente indipendente, anzi estraneo al Palazzo, che per sessant'anni ho perseguito e, spero, realizzato».
Ma Montanelli non fu il primo e non fu l'unico a dire di no. Molti anni prima a dire no al presidente Einaudi fu un grande parmigiano, Arturo Toscanini: «Schivo da ogni accapparamento di onorificenze, titoli accademici e decorazioni, desidererei finire la mia esistenza nella stessa semplicità in cui l'ho sempre percorsa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Margherita

    30 Novembre @ 14.10

    Trovo ormai sorpassata e forse incostituzionale la nomina dei senatori a vita, considerato che siamo (?) in democrazia e che la vita media si è notevolmente allungata. Per il riconoscimento nei confronti di un italiano eccellente basterebbe un'orificenza come il cavalierato oppure, se indigente, un vitalizio . Non capisco perchè un non eletto possa sedere tra i banchi del senato ed esprimere con un voto le sue preferenze.

    Rispondi

  • 30 Novembre @ 06.13

    Alle marionette ammaestrate Gasparri, Bondi & C., che strillano arrampicandosi su specchi e specchiere contro la presenza in aula dei senatori a vita Piano e Rubbia per il voto sulla decadenza del loro puparo, è opportuno ricordare che proprio Silvio Berlusconi, protagonista dell’ordine del giorno, ha registrato il 99% di assenze e su 1.856 votazioni effettuate da inizio legislatura non ha partecipato a nessuna.

    Rispondi

  • Biffo

    30 Novembre @ 03.56

    Pattysmith, ma lo ha fatto con viva e vibbrante soddishfazzzione?

    Rispondi

  • Silvano

    29 Novembre @ 22.39

    Silvano. Sig. direttore, non sono i Senatori a vita lo scandalo è l'istituto che è uno scandalo. Dovrebbe essere abolito, punto. Che poi Bondi e Gasparri facciano la reprimenda è tutto da ridere. Se guardano al loro ex leader, Berlusconi, quante volte è stato presente in Senato, dovrebbero avere il buon gusto di starsene zitti.

    Rispondi

  • pattysmith

    29 Novembre @ 19.18

    A proposito dei senatori a vita, lo sapete che il vostro caro Presidente napolitano si è aumentato lo stipendio di altri 8.800 CIRCA EURO AL MESE????

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Foto d'archivio

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

3commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

festival verdi

Daniele Abbado: "Nei teatri italiani c'e' problema di sicurezza". Ma promuove il Regio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

brescia

Carabiniere dà fuoco ai peluches della figlia e la chiude in casa

Radio Colonia

La Germania pensa di espellere gli italiani senza lavoro

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

1commento

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"