16°

28°

IL DIRETTORE RISPONDE

Basta con i fatti, vogliamo promesse

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
1

Signor direttore,
facciamo che quest’anno all’Ue non gli diamo un centesimo. Niente di niente. Né quest’anno né per i prossimi cinque. Dopodichè quei 14 miliardi che versiamo, in media, ogni anno all’Unione europea li destiniamo, tutti quanti, al risanamento del nostro territorio.
Per sventare il drammatico rischio idrogeologico e per attrezzare le aree più pericolose con il meglio della tecnologia esistente nella prevenzione dei terremoti. Facciamo per una volta davvero qualcosa per noi tutti.
Per noi e per la nostra bellissima e sventurata Italia. Facciamo in modo che quel che si può prevenire lo si prevenga. E quel che si può rinforzare, sostenere, strutturare lo si faccia col meglio dei materiali e delle professionalità reperibili. Ci vuole una ferrea volontà politica. La capacità di una visione. Di un futuro.
Tempo da perdere non ce n’è. Interi paesi spazzati via, intere comunità in ginocchio, 50.000 sfollati e l’assoluta certezza che l’evento più imprevedibile si ripeterà: non si può continuare così. Non si può più nel millennio dell’intelligenza artificiale continuare a vedere certi disastri.
Non ce la si fa più a sopportare dapprima il terremoto, poi i servizi e le analisi sul terrore e sulle lacrime e quindi l’immancabile impegno sui fondi per la ricostruzione. Perchè neppure hai finito la raccolta e organizzato il lavoro che subentra un’altra devastazione.
Perciò, all’Ue dei burocrati mandiamogliela noi una bella letterina. Non si può gridare in Italia e inginocchiarsi in Europa, come spesso accade, vero Renzi ? Spieghiamo che quei soldi destinati al funzionamento Ue, insieme ad almeno altrettanti che lo Stato italiano dovrebbe anch’esso mettere in campo, serviranno, da adesso in poi, per porre l’Italia in sicurezza. Tutta l’Italia. Un piano particolareggiato che ci affranchi dalla peggiore delle paure: morire seppelliti dalle nostre stesse case.
L’emergenza è qui. È adesso. È l’Italia. E non ci può essere alcun problema di burocrazia, di conti da rispettare o di tetto al deficit che non si possa sforare. Il tetto a tanti nostri concittadini gli è già cascato addosso.
Mario Bertoli

Caro Bertoli,
non so se la soluzione che lei propone sia percorribile, ma non c'è dubbio che la messa in sicurezza degli edifici nelle zone a rischio sismico sia una priorità assoluta. È perfino banale dirlo, tanto dovrebbe essere scontato.
Però è dal tempo dell'Irpinia che sento ripetere dai nostri governanti "adesso basta, ora un piano per la sicurezza" eccetera eccetera. Da quei giorni a oggi i presidenti del Consiglio si sono succeduti con la frequenza degli allenatori dell'Inter e siamo al punto di partenza. Una volta, su un muro di Brescia, vidi una scritta rivolta ai politici: «Basta con i fatti, vogliamo promesse». Ecco, che l'ironia seppellisca una classe politica che non fa nulla per impedire che i suoi cittadini siano seppelliti dalle macerie di un terremoto. Anche il cambio di passo di chi ci governa dovrebbe essere una priorità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ivo

    03 Novembre @ 16.54

    L unica volta che sono d' accordassimo con Lei direttore! Quindi riconosciamo che chi ci ha governato in passato, e chi continua tutt ora e la stessa classe politica di sempre ? Mi diceva un mio amico, che anni fa il bottino di promesse ( dei politici) si faceva al sud, adesso che si son mangiato ormai tutto , e la gente nn li crede più , da 10 anni si sono spostati al nord , e poi sarà la fine ! Via la vecchia classe politica

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein lascia la stazione di Polizia, dove si è consegnato, in manette

Harvey Weinstein

molestie e violenza

Weinstein lascia la stazione di Polizia, dove si è consegnato, in manette Video

Doppietta Ronaldinho, sposa entrambe le fidanzate

nozze

Ronaldinho, che doppietta: sposa entrambe le fidanzate Video

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco

PGN

Parma tattoo rock fest: ecco chi c'era all'Hotel San Marco Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto

carabinieri

Via Cavour, nel covo e nel tunnel della banda del caveau: le foto Video

12Tg Parma

Gli audio dei rapinatori: "Faranno un film su di noi"

COLORNO

Quel bimbo imboccato a forza fino a fargli rigurgitare tutto

COLORNO

Violenze alla materna, il giudice: «In classe un clima di terrore» Video

serie A

Il Parma verso la festa con un'occhio (grande) al mercato Video

incidente

L'auto finisce fuori strada e si ribalta: un ferito a Citerna

12Tg Parma

Varco Ztl di piazzale D'Acquisto, nel primo mese 1.800 passaggi accertati Video

Busseto

Straziante addio alla piccola Carla

La storia

I coniugi Mussolini chiamano il figlio Benito, ma il tribunale dice no

1commento

Pronto soccorso

La vita in «trincea» di medici e infermieri

Ex Eridania

Allarme: tartarughe in agonia nelle vasche del parco

2commenti

gazzareporter

"Il Parco Falcone e Borsellino maltrattato"

Fidenza

Senza tesserino niente acqua gratis

triplice "salto"

Domenica festA al Tardini per la promozione del Parma: il programma

felino

Sfalci: arrivano le multe contro l'incuria e abbandono dei terreni

MAESTRE ARRESTATE

Una mamma: «Anche mio figlio maltrattato 4 anni fa» Video-choc

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il nodo Savona e lo scontro istituzionale con Mattarella

di Stefano Pileri

EDITORIALE

Le gesta del trio Salvini, Di Maio, Berlusconi

di Vittorio Testa

4commenti

ITALIA/MONDO

roma

Scritta "Br" sul monumento a Moro e ai caduti di via Fani: un denunciato

carabinieri di cavriago

Auto di lusso a prezzi bassissimi: ma è una truffa. 5 arresti

SPORT

SERIE A

Parma: il futuro in tre mosse

Bufera

In ginocchio durante l'inno per protesta. Bufera Nfl

SOCIETA'

cultura

Il documentario sulle pastore alla volata finale del crowdfunding

Stati Uniti

Trump concede la grazia postuma al grande Jack Johnson

MOTORI

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv