21°

30°

IL DIRETTORE RISPONDE

Il presepe facciamolo con la vita

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
1

Caro direttore,
ho letto con attenzione il suo editoriale pubblicato sulla Gazzetta del 27 novembre, e devo dire che mi trovo in perfetta sintonia con quanto scritto sulla festa del Natale (simboli del presepe e albero compresi). Ma, trovandomi d'accordo anche con l'articolo di Pier Aldo Rovatti, pubblicato sull'Espresso del 13 novembre u.s., «Nel nome di un solo Dio», vorrei aggiungere che il disconoscimento del Natale come festa di origine cristiana, ormai così frequente nella società contemporanea, soprattutto europea, nasce forse non solo da una sbandierata pretesa di supremazia della cultura laica ma anche da un profondo, forse irrimediabile inaridimento dell'uomo d'oggi, da un dilagante monoteismo del pensiero che facilita e accoglie un dilagante analfabetismo etico. Il Dio che si riconosce oggi è il Dio personale che ognuno più o meno consapevolmente si costruisce e riconosce in se stesso, in un impoverimento etico e morale che sta sgretolando, quello sì veramente, la nostra cultura, le nostre radici. Che questo sia il cattivo frutto delle religioni monoteiste è speculazione che lascio a filosofi, sociologi, storici come Rovatti. Quello che purtroppo vedono i miei occhi di anziana, educata ad un «senso della vita» ben diverso, è un relativismo (mai il monito di Papa Benedetto è stato così attuale) che tutto accoglie e contemporaneamente tutto nega, che vuole fare la storia ignorando quella che è stata la nostra storia, che del Natale non vuole nemmeno più pronunciare il nome e lo riconosce solo come grande festa laica del consumismo. Temo il futuro costruito da simili uomini, che scavano buchi nei nostri cuori e non sanno con cosa riempirli, che non hanno il senso del trascendente, che sottraggono senza mai restituire, che distruggono valori e simboli di pace e li sostituiscono con parole vuote. Personalmente non mi è stato dato il dono della fede, ma riconosco nel rivoluzionario messaggio d'amore, portato da quel bambinello appoggiato sulla paglia, un punto di riferimento imprescindibile nel riconoscere, ascoltare, rispettare il mio prossimo, un faro nell'impostazione della mia vita. Quest'anno, come tutti gli altri anni, oltre a qualche festone e luce sparsi per la casa, esporrò il presepe.
Anna Maria Pighini

Gentile signora Anna Maria,
la sua bella lettera mi dà l'occasione di completare - anche nel senso che lei indica, mi par di capire - il ragionamento che ho fatto nell'editoriale di domenica scorsa.
Editoriale in cui dicevo che tutta una cultura laicista occidentale ha finito con il mettere nell'angolo la nostra tradizione cristiana, arrivando a vietare i presepi nelle scuole, a cambiare il nome al Natale e perfino il conteggio degli anni, come hanno fatto in Inghilterra. Ho scritto che ritengo tutto questo un errore, e lo confermo.
Ma ora debbo aggiungeremo una cosa. E cioè. Se abbiamo smarrito il senso del Natale e più in generale le radici cristiane, non è solo per colpa di coloro che hanno cercato di nascondere i simboli e la memoria, ma è anche per colpa nostra, cioè di noi che diciamo di credere in quei fatti e in quei valori. Forse, se fossimo stati più appassionati nel vivere queste nostre radici, sarebbe stato più difficile far sparire anche i simboli. Ignazio Silone diceva che certi cristiani sembra che aspettino Cristo con lo stesso entusiasmo e con la stessa passione con cui si aspetta il tram. Credo ci sia molto di vero, e molta autocritica per tutti noi, sottoscritto in testa.
Detto questo, non mi arrendo alla “Common Era” della Bbc o alle “feste della pace” o “dell'inverno” di certe scuole, e continuerò a dire che il 25 dicembre è Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    30 Novembre @ 11.17

    Vivere da cristiani, sempre, dovunque e comunque, è una faccenda irta di difficoltà, ma non solo personali, per tutti gli ostacoli che noi stessi ci opponiamo, bensì anche per i trabocchetti, le trappole ,i bastoni le ruote che ci regala il prossimo. E non quello composto dagli atei, agnostici, indifferenti, quanto, purtroppo, da tanti, troppi fedeli solo in superficie, ma infami calunniatori e maligni tagliatori di panni addosso e di erba sotto i piedi. Io, quando si avvicina il Natale, mi faccio un esamino dil coscienza e cerco, in ogni modo, di riappacificarmi con coloro con cui ho avuto degli screzi. Ma non è sempre facile, molto spesso si trovano asti, rancori e musi duri, che scoraggiano e fanno cadere ogni buona intenzione e volontà di tendere la mano e stringere quella di chi ha avuto con il sottoscritto dei dissapori.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

social

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

Tweet inopportuni, Disney licenzia il regista dei Guardiani della Galassia

choc

Tweet inopportuni, Disney licenzia il regista dei Guardiani della Galassia

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

9commenti

Lealtrenotizie

Anna Maria Bianchi

lutto

Parma (e non solo) piange Anna Maria Bianchi: domani il rosario, lunedì i funerali - Video

dal ritiro

Parma, contro il Foggia (3-1) "buona forma fisica e applicazione degli schemi" Video

incidente

Schianto con la moto a Collecchio: grave un 21enne, in fuga l'amico 26enne Foto

soccorso alpino

85enne scivola su un sentiero a Lagdei e poi si sente male

Festa della lavanda alla Fattoria di Vigheffio Guarda chi c'era

Jihad

Terrorista iracheno arrestato a Parma torna libero e chiede lo status di rifugiato

1commento

GAZZAREPORTER

Piove, "acqua alta" in via D'Azeglio

1commento

gazzareporter

Caduto un pilastro in via Verona: "tragedia sfiorata" Foto

3commenti

guardia di finanza

Falsi crediti Iva per 14 milioni di euro. Denunciati 59 responsabili Video

E' caccia ai due imprenditori "menti" del sistema: sono irreperibili. Sequestrati quattro fabbricati nel Parmense

SENTENZA

Public money, ecco tutte le condanne

Cinema

Ciak, a Parma si gira: la mappa dei set

3commenti

weekend

Sgranfignone, anatra, disfide tra cuochi: il sabato è a tutto gusto L'agenda

Scuola

I bravissimi della maturità: diplomati con 100 e 100 e lode

1commento

sicurezza

I "furbetti del semaforo di Corcagnano... Video

2commenti

truffa

Mette in vendita online un orologio "fantasma": denunciato 23enne di Langhirano

12 tg parma

Dalla tangenziale Nord al Lungoparma: tutti i cantieri in corso e al via Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, il nemico è nelle scelte quotidiane

di Luca Tentoni

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

ROMA

Scontrino omofobo: ristorante offende coppia gay. E dal web parte il boicottaggio

2commenti

PIEMONTE

Temporali sull'Astigiano e sul Torinese, ingenti i danni

SPORT

il commento

Vettel in pole: la netta superiorità della Ferrari

ciclismo

Tour: 14ª tappa, Fraile 1° sul traguardo di Mende

SOCIETA'

social

Il bimbo e il cane giocano divisi dalla staccionata Video

il disco

I Pooh alla ricerca del Graal

MOTORI

IL TEST

Il futuro secondo Bmw? Elettrificato:25 novità da qui al 2025

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto