17°

29°

Lettera al direttore

L'arredo del centro storico

Lettere al direttore - logo
Ricevi gratis le news
0

Gentile direttore,
la bellezza di una città si esprime anche nelle piccole cose e nelle attenzioni dedicate ai particolari; cittadini e turisti assaporano l'armonia e l'eleganza di una città, in particolar modo del suo centro storico, in maniera naturale, spesso inconsapevolmente e senza soffermarsi troppo ad analizzare forme, proporzioni e materiali che, derivando da tradizioni talvolta secolari, risultano loro familiari. Quando qualcosa di «sbagliato» viene inserito in questo equilibrato contesto immediatamente stona... e così, ahimè, in quel di Parma irrimediabilmente stonano, fra tante altre cose, anche questi piccoli, ma a mio avviso stupidamente importanti (e rimediabili), dettagli: i cestini pubblici «multicolor» piombati dal cielo negli angoli più belli del centro, i disabitati «gabbiotti» in vetro della Municipale e le avveniristiche panchine su cui ci riposiamo in piazza Garibaldi. I cestini pubblici «multicolor» per la raccolta differenziata pagano un impietoso confronto con i classici cestini di Parma, «...quelli rossi!», al punto che posizionati al loro fianco in luoghi storici (vedi, primo fra tutti, piazza Duomo) ne escono irrimediabilmente malconci; non metto in discussione l'apporto alla raccolta differenziata che i cestini del centro storico possono apportare (quasi nullo?), capendo bene che la loro funzione è più quella di mandare un giusto messaggio, una linea di comportamento, un principio a cui attenersi, metto invece in discussione le forme, i materiali e i colori utilizzati per questi cestini: modello standard per tutta la città e, forse, per tutte le città. Modificare i classici cestini rossi di Parma inserendo piccole, delicate, didascalie/istruzioni non sarebbe stato sufficiente? Pensare, come hanno fatto altri, ad un apposito modello di cestino da utilizzarsi nel centro storico, che riprendesse nelle forme e nei colori quelli storici e si inserisse nel contesto con impatti meno vigorosi non era possibile? La richiesta è questa: almeno in centro storico, per favore, ridateci i nostri bei cestini rossi con la scritta «Città di Parma» color oro. I disabitati «gabbiotti» in vetro della Municipale, installati in passato in scia ad una frenesia di sicurezza pubblica, a simbolo di perenne presidio della legalità, giacciono inutilizzati ed abbandonati in alcune splendide aree del centro storico, spesso «impallando» la vista di chiese e monumenti (vedi, ad esempio, il «gabbiotto» installato in via D'Azeglio di fianco alla chiesa dell'Annunziata), utili ormai solo come bacheche su cui attaccare volantini pubblicitari e foto di gatti smarriti: perché non vengono smantellati? Le avveniristiche panchine di piazza Garibaldi, «modello aeroporto», anche belle, ma realizzate in forme e materiali più adatti a un centro commerciale o a una stazione che non al cuore storico della città, si affiancano agli altri mille modelli spuntati negli ultimi anni; panchine che innegabilmente stonano con il luogo in cui sono state inserite, ma che, nei fatti, sono molto usate da cittadini e turisti per riposarsi e chiacchierare un poco guardando il Palazzo del Governatore e la statua di Garibaldi, panchine talvolta in mezzo ai piedi (quando c'è necessità di organizzare concerti e mercatini), panchine in ogni caso utili ma che, diciamocelo con chiarezza: non sono assolutamente adatte al contesto in cui sono state inserite: per favore, cambiatele. Il centro storico di Parma è regolato da una serie di (giuste) norme e prescrizioni che disciplinano l'utilizzo di materiali, forme, colori... perché queste regole non valgono per i piccoli interventi pubblici? Un cestino, un «gabbiotto» o una panchina valgono meno di una vetrina, del materiale di un infisso, del colore di un intonaco? Mi chiedo come la Soprintendenza abbia potuto concedere (lo ha concesso?) il nulla osta all'installazione di tali oggetti e, pur capendo che si sta parlando di cose di poco conto e di dettagli, non posso fare a meno di evidenziare l'importanza che questi dettagli hanno nel dimostrare, ai cittadini e ai tanti turisti che visitano Parma, la cura che una città dovrebbe avere per sé stessa, per presentarsi come una città bella, armoniosa ed equilibrata, non come una città trasandata.
Devis Sbarzaglia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Madonna compie 60 anni. Tre giorni di festa a Marrakesch

compleanno

Madonna compie 60 anni. Tre giorni di festa a Marrakesch

Motoraduno a Lesignano: le foto

FESTE PGN

Motoraduno a Lesignano: le foto

Casa Anthony Bourdain a NY in affitto 14.000 dollari al mese

stati uniti

La casa di Anthony Bourdain a New York in affitto per 14mila dollari al mese

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Retro-Gusto», pizza e pesce cucinati con passione

CHICHIBIO

«Retro-Gusto», pizza e pesce cucinati con passione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Rita e Paolo, inseparabili da sempre. Fino a quelle coltellate

Il ritratto

"Rita e Paolo, inseparabili da sempre". Fino a quelle coltellate

1commento

L'arresto

Blitz dei carabinieri al distributore: così Zoni è finito in manette

CLUB DEI 27

Addio a Umberto Tamburini

Mezzani e Sorbolo

I sindaci: «Basta con i tir che passano nei paesi»

Monticelli

Addio a Bruno Medici, «Al Cavalier»

gazzareporter

E il Ferragosto porta l'interconnessione tra Parma e la Tav Foto

Sangue

Padre Fausto Guerzoni, il recordman delle donazioni

Fidenza

Record di turisti nel 2017

Baseball

Casanova carica il Parma Clima

12Tg Parma

Val Gardena: 64enne di Madregolo uccide la moglie 60enne. Fermato dai carabinieri a Bolzano Video

GENOVA

Crolla il ponte Morandi sulla A10: 26 morti accertati, ma si cercano molti dispersi, 440 sfollati - Foto Video

Auto accartocciate, centinaia di soccorritori al lavoro. Il viceministro Rixi: "Tutto il ponte sarà demolito"

6commenti

FATTO DEL GIORNO

Collecchio: incredulità in paese per la morte di Rita Pissarotti

noceto

Teneva d'occhio i vicini per andare a rubare assegni dai loro libretti: arrestato

CALCIO

Storia, orgoglio e tradizione: ecco la prima maglia del Parma

1commento

gazzareporter

Ferragosto con ospiti i... calabroni: vigili del fuoco a Salso Foto

Parma

Blitz dei carabinieri al Parco Ducale: un arresto e cinque denunce Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Erdogan e i limiti del sovranismo in economia

di Paolo Ferrandi

1commento

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

l'inchiesta

Crollo del ponte, il procuratore di Genova: "Non è stata una fatalità" Foto

GENOVA

Il viadotto crolla mentre gira un video: uomo sotto shock

SPORT

PONTE CROLLATO

L'ex giocatore del Davide Capello tra i sopravvissuti di Genova

FORMULA 1

L'addio di Alonso: non correrà nel Circus nel 2019

SOCIETA'

VERSILIA

Ferragosto: il Comune vieta il vetro alle "dune" di Forte Marmi

CALDO 

Fornelli addio, la lasagna si fa in frigo o col sole

MOTORI

NOVITA'

La Opel Corsa diventa GSI. E ha 150 Cv

TECNOLOGIA

Ford mette un freno alla guida... contromano. Ecco Wrong Way Alert